PLR: lasciano segretaria generale e capo campagna

pl, ats

27.9.2021 - 15:16

Il senatore argoviese Thierry Burkhart (a destra), presidente designato del PLR, discute con il presidente dell'UDC Marco Chiesa durante la sessione autunnale delle Camere federali (foto di lunedì scorso 20 settembre)
Keystone

A cinque giorni dall'elezione del presidente designato del PLR svizzero Thierry Burkart, due dirigenti del partito hanno rassegnato oggi le dimissioni. Lasciano l'incarico la segretaria generale Fanny Noghero e il responsabile della campagna elettorale Damian Müller.

pl, ats

27.9.2021 - 15:16

«Con la presidente Petra Gössi avevo una simbiosi perfetta e volevo che il nuovo presidente, che sarà eletto sabato, fosse in grado di mettere insieme la sua squadra», ha detto la neocastellana Fanny Noghero a Keystone-ATS, confermando informazioni di vari media.

La notizia delle dimissioni «con effetto immediato» del consigliere agli Stati lucernese Damian Müller, anticipata dalle testate di Tamedia, è stata confermata a Keystone-ATS dalla portavoce del PLR Karin Müller. Il senatore lucernese era stato designato responsabile della campagna per le elezioni federali del 2023.

«Ho un termine di sei mesi per dimettermi», ha precisato la segretaria generale Noghero, dicendosi pronta a svolgere l'incarico fino alla nomina di un successore e di «non avere nessun conflitto con Thierry Burkart».

Sabato prossimo i delegati del Partito liberale radicale si riuniranno per eleggere il nuovo presidente. L'avvocato Thierry Burkart, 45 anni, consigliere agli Stati per il canton Argovia, è l'unico candidato a succedere alla dimissionaria Petra Gössi, rimasta in carica per oltre cinque anni.

pl, ats