Dottor Smartphone

«Riparare conviene!»

Marius Schlegel

20.10.2021

Alessandro Romanelli lavora come tecnico certificato presso lo Swisscom Repair Center di Lucerna.
Alessandro Romanelli lavora come tecnico certificato presso lo Swisscom Repair Center di Lucerna.
Swisscom

La durata di smartphone e tablet può spesso essere prolungata senza problemi con una riparazione. Per rendere ancora più semplice la riparazione dei dispositivi guasti, Swisscom ha lanciato quest’anno un Repair Center in altre due filiali.

Marius Schlegel

20.10.2021

Sempre più persone scoprono la riparazione del cellulare. Perché una cosa è nota da tempo: proprio i dispositivi mobili richiedono risorse preziose per la produzione e il corretto smaltimento e la rigenerazione di questi materiali richiedono molta energia.

Riparare lo smartphone significa proteggere l’ambiente. È vero che i costi di riparazione possono essere un deterrente, ma sostituire gli apparecchi più recenti e più potenti costa molto di più e quindi può valere la pena dare una seconda vita al proprio dispositivo.

Per motivare le persone a riparare il cellulare, è indispensabile poter accedere facilmente ai centri di riparazione. Per questo motivo, quest’anno Swisscom ha dotato di un Repair Center due altri Shop. Il servizio di riparazione completo è ora offerto in undici sedi in tutta la Svizzera.

Il classico: danno al display

«I danni di gran lunga più frequenti sono i display rotti», dice Alessandro Romanelli. Il 29enne lavora regolarmente come tecnico autorizzato presso lo Swisscom Repair Center di Lucerna come specialista.

Grazie al Repair Center: uno smartphone con il retro rotto sarà presto come nuovo.
Grazie al Repair Center: uno smartphone con il retro rotto sarà presto come nuovo.
Swisscom

Le cifre confermano la valutazione di Romanelli: nel 2020 6995 smartphone con danni al display sono finiti nei Repair Center. Ciò corrisponde al 45 % di tutti i casi di riparazione. Il tecnico ha comprensione: «Uno schermo può rompersi facilmente, basta un attimo di disattenzione».

Gli apparecchi costosi vanno assicurati

Sei riparazioni su sette non sono coperte dalla garanzia, ma devono essere pagate di tasca propria. «Soprattutto per i cellulari di alta gamma conviene stipulare un’assicurazione», spiega il consulente Mike Stam.

Mike Stam lavora dall’estate 2021 come consulente nello Swisscom Shop di Lucerna.
Mike Stam lavora dall’estate 2021 come consulente nello Swisscom Shop di Lucerna.
Swisscom

L’assicurazione Protection Plus, offerta in collaborazione con AXA, copre i danni dovuti a caduta o al display, i danni causati dall’acqua e le telefonate abusive dovute a furto. L’offerta può essere pagata direttamente tramite l’abbonamento del cellulare. Offerte simili sono disponibili anche presso altre compagnie assicurative.

«Chi ha un’assicurazione fa riparare il proprio apparecchio e non sempre lo sostituisce», ne è certo il tecnico Alessandro Romanelli. E nonostante nel 2020 siano entrati nel Repair Center Swisscom 15 600 cellulari, afferma: «La consapevolezza delle riparazioni degli smartphone aumenta, ma dovrebbe essere ancora maggiore. Riparare conviene!».

Un vantaggio anche per i collaboratori

Stam precisa: «Avere un Repair Center nello shop ha molti vantaggi: possiamo chiarire direttamente sul posto determinate questioni e non sempre è necessario inviare il dispositivo. Così si risparmia tempo!».

I tecnici autorizzati determinano con l’ausilio del loro software di analisi dove si trova esattamente il problema o il danno e se si tratta eventualmente di un caso in garanzia.

E anche i collaboratori apprezzano il Dottor Smartphone interno. «Anche io ho già avuto dei piccoli problemi con il cellulare. Il nostro tecnico è stato in grado di aiutarmi senza problemi», dice Stam.

Meglio chiedere a uno specialista

Una riparazione del display costa circa 350 franchi. C’è chi si chiede se valga la pena rivolgersi a uno specialista. In fin dei conti i pezzi di ricambio sono disponibili anche su internet.

«I produttori di smartphone rendono sempre più difficile sostituire i componenti», dice Romanelli. Una ragione in più per cui sconsiglia di metterci mano personalmente. «Noi tecnici siamo autorizzati dai produttori. Ciò significa che se apriamo un apparecchio ed eseguiamo una riparazione, la garanzia non decade».

Chi fallisce con un tentativo fai-da-te non potrà più portare il proprio cellulare al Repair Center. «Se il nostro sistema riconosce che sono già stati effettuati tentativi di riparazione non professionali, non possiamo più accettare l’apparecchio».

Il Repair Center è aperto a tutti

I Repair Center di Swisscom non sono solo per la clientela Swisscom. «Tutti possono approfittare dalla nostra offerta», spiega il consulente Mike Stam.

Il tecnico Alessandro Romanelli esegue con piacere qualsiasi riparazione. Per questo spera che il tempo sia brutto. Dice ridendo: «Quando piove, un maggior numero di persone ci porta il proprio smartphone. Far riparare il cellulare rotto è a quanto pare un ottimo programma in caso di maltempo».


Ringtone Rave

Swisscom organizza il primo grande Ringtone Rave. Per l'evento, quattro DJ mixano dal vivo vecchie suonerie in ritmi ballabili. Non è possibile acquistare biglietti per il Rave. Riceverai il tuo ingresso gratuito consegnando un vecchio cellulare nello Swisscom Shop.

Il Ringtone Rave sarà animato da:


Informazioni sul blog della sostenibilità

La rubrica contiene consigli sempre nuovi dai collaboratori e dagli esperti di Swisscom per uno stile di vita sostenibile e un approccio competente ai nuovi media. Vi presentiamo aziende e tecnologie che offrono soluzioni innovative per affrontare le sfide sociali ed ecologiche della nostra epoca. Il portale blue News è un'unità commerciale di Swisscom AG (Svizzera).

Marius Schlegel lavora nel team Corporate Responsibility di Swisscom, come esperto di servizi rispettosi del clima, Mobile Aid nonché di politica energetica e climatica.
Swisscom