Epidemia Crolla il traffico passeggeri all'aeroporto di Zurigo

ATS

14.4.2020 - 18:58

Un check-in deserto, simbolo di tempi duri per l'aviazione commerciale.
Un check-in deserto, simbolo di tempi duri per l'aviazione commerciale.
Source: KEYSTONE/ENNIO LEANZA

Senza sorprese, la pandemia di coronavirus ha provocato un brusco calo del traffico passeggeri all'aeroporto di Zurigo. A marzo il numero dei viaggiatori è sceso del 63,2% a 890'000.

Su base annua, i voli si sono dimezzati (-49,5%) e lo scorso mese, fra atterraggi e decolli, sono stati 11'135, si legge in un comunicato diffuso oggi dal maggiore scalo elvetico. Swiss, l'utilizzatore principale, usa attualmente soli sei aerei su 91, mentre il resto della flotta è parcheggiato a terra.

In media, a bordo di ogni aereo c'erano 97,6 passeggeri, un quinto in meno rispetto a un anno fa. Il 56,5% dei posti era occupato, il che significa una diminuzione di 19 punti percentuali nel confronto con marzo 2019.

Un tonfo senza precedenti

Si tratta di un tonfo senza precedenti, che riporta l'orologio indietro di decenni. «Presumibilmente l'ultima volta che ci sono stati così pochi viaggiatori è stato all'inizio degli anni '70», ha detto una portavoce all'agenzia finanziaria AWP. L'addetta stampa non ha saputo essere più precisa in quanto, a causa dell'home office, nessuno sta attualmente lavorando nell'archivio cartaceo e i dati elettronici risalgono solo al 1998.

In aprile la situazione non accenna affatto a migliorare, anzi. Nelle prime due settimane la picchiata ha raggiunto e superato la drammatica percentuale del 95%. Tuttavia, Kloten rimane aperto – pur senza la maggior parte dei negozi e ristoranti interni – e garantisce ancora alcuni tragitti aerei fra la Svizzera e il resto del mondo, scrive la società che gestisce la struttura.

Questo permette l'arrivo dei voli di rimpatrio organizzati dal Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), nonché il mantenimento di una serie di collegamenti internazionali verso destinazioni come Francoforte, Londra, Amsterdam e Helsinki.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page

ATS