Banche cantonali

Il 2021 è stato un buon anno

hm, ats

12.4.2022 - 16:05

Gli istituti sono ben radicati sul territorio.
Keystone

Anche il 2021 è stato un buon anno per le banche cantonali: i 24 istituti hanno realizzato complessivamente un utile di 3,4 miliardi di franchi, il 9% in più dell'anno precedente.

hm, ats

12.4.2022 - 16:05

Il contributo delle operazioni su interesse è rimasto costante, mentre sono aumentati i ricavi da operazioni in commissione e da prestazioni di servizi, indica in un comunicato odierno l'Associazione delle banche cantonali svizzere (VSKB nella sua sigla in tedesco). Del buon andamento degli affari hanno approfittato anche gli enti pubblici, che ha hanno ricevuto circa 2 miliardi in compensazioni, dividendi e imposte: un importo pari a circa 225 franchi per abitante della Confederazione, sottolinea la VSKB.

La somma totale di bilancio ha raggiunto 749 miliardi (+4%), mentre i volumi ipotecari si sono attestati a 437 milioni. Le finanze vengono definite solide: il coefficiente di capitale totale sfiora il 19%.

Nel quadro del programma di aiuto anti-pandemia della Confederazione sono stati concessi crediti per circa 5 miliardi: 3,6 miliardi non erano ancora stati rimborsati alla fine del 2021. L'obbligo di ammortamento in vigore dal 31 marzo viene attuato con senso della misura e si stanno cercando soluzioni individuali per le aziende che sono palesemente colpite dalla crisi, assicura l'associazione.

In origine ciascuno dei 26 cantoni (o in parte semi-cantoni, come erano chiamati nella precedente costituzione) aveva una propria banca cantonale. Negli anni 90 però due società – quelle di Soletta e di Appenzello Esterno – si sono viste costrette a chiudere per problemi finanziari. Oggi i 24 istituti hanno una rete di 640 succursali e un organico di 19'000 dipendenti. Da parte sua la VSKB è stata fondata nel 1907 e ha sede a Basilea.

hm, ats