Borsa svizzera: accentua i guadagni

ATS

8.8.2019 - 15:21

Anche nel pomeriggio si sta confermando – anzi, addirittura enfatizzando – il trend positivo odierno della borsa svizzera. Attorno alle 15.15 l'indice principale SMI guadagna l'1,78% a 9703,87 punti e quello allargato SPI l'1,58% a 11'816,92 punti.

Le contrattazioni in tutta Europa sono trascinate dall'ottimismo, malgrado sullo sfondo restino le solite preoccupazioni legate alla disputa commerciale tra Stati Uniti e Cina. Il rialzo dello yuan a quota 7 a 1 sul dollaro ha contribuito a stemperare le tensioni.

Sul fronte interno, Zurich Insurance si prende i riflettori grazie a un primo semestre con guadagni superiori al previsto, il migliore degli ultimi dieci anni. L'assicuratore sta volando (+4,13%), risultando la più ricercata fra le blue chip, per altro tutte in avanzata tolta Geberit (-0,75%). Convincenti anche gli altri titoli del comparto Swiss Re (+1,89%) e Swiss Life (+0,98%).

Fra i bancari Credit Suisse (+1,54%) è sulla falsariga di UBS (+1,49%), mentre tra i pesi massimi difensivi i colossi della farmaceutica Roche (+2,13%) e Novartis (+2,24%) staccano di qualche lunghezza Nestlé (+1,25%).

Nel lusso Richemont (+1,58%) tiene solo parzialmente il passo di Swatch (+2,12%). In evidenza pure Lonza (+2,00%), così come i ciclici LafargeHolcim (+1,98%) e Adecco (+1,92%). Il gigante del lavoro interinale non sta per nulla soffrendo cifre trimestrali in calo, dovute soprattutto alla debolezza dell'industria automobilistica e manifatturiera in molti Paesi europei.

Infine, diversi gruppi presenti sul mercato allargato hanno divulgato in giornata le proprie cifre semestrali. Fra questi stanno vivendo una seduta da incorniciare l'impresa farmaceutica sangallese Vifor Pharma (+8,17%) e Lm Group (+4,03%), azienda attiva nei viaggi online con sede anche a Chiasso.

Tornare alla home page

ATS