Borsa svizzera: chiude in contenuto rialzo

ATS

12.8.2019 - 17:44

La borsa svizzera ha terminato in rialzo, perdendo via via lo smalto iniziale, una prima seduta settimanale trascorsa sopra la linea di demarcazione. L'indice principale SMI è avanzato dello 0,10% a 9760,02 punti e quello allargato SPI dello 0,03% a 11'872,65 punti.

La giornata è stata priva di dati macroeconomici europei, mentre sono restati sullo sfondo i ben noti attriti, su dazi e valute, tra Stati Uniti e Cina. La caotica situazione in Italia, dove il governo di Giuseppe Conte è ormai al capolinea, e a Hong Kong, sempre teatro di proteste, ha contribuito al clima prudente.

Sul fronte interno, in assenza di risultati semestrali di rilievo, sono stati pochi gli spunti degni di nota. Particolarmente in luce ABB (+3,05% a 18.065 franchi), che ha annunciato oggi il suo nuovo CEO in sostituzione di Ulrich Spiesshofer. La nomina del 60enne svedese Björn Rosengren, che dirige il gruppo tecnologico Sandvik dal 2015, è stata ben accolta, tanto che il titolo del colosso elettrotecnico è arrivato a guadagnare anche oltre il 4%, prima di frenare nel finale.

Tra le altre blue chip, opaca la seduta dei bancari UBS (-1,43% a 10.37 franchi) e Credit Suisse (-1,65% a 11.05 franchi). Più brillante il settore assicurativo, perlomeno con Zurich Insurance (+0,75% a 350.00 franchi) e Swiss Re (+0,27% a 97.50 franchi), mentre arranca Swiss Life (-0,02% a 466.50 franchi). Quest'ultima domani diffonderà le cifre relative alla prima metà dell'anno.

Tornare alla home page

ATS