Mercati azionari

La Borsa svizzera chiude in positivo

ev, ats

9.4.2021 - 18:32

Chiusura in positivo per la Borsa svizzera (foto simbolica)
Keystone

Dopo una partenza altalenante, la Borsa svizzera si è portata nettamente in territorio positivo per poi tornare a muoversi intorno alla linea di demarcazione e terminare la seduta in positivo.

ev, ats

9.4.2021 - 18:32

L'indice dei valori guida SMI ha guadagnato lo 0,28% a 11'238,52 punti e quello allargato SPI lo 0,53% a 14'329,31 punti.

Sul fronte macroeconomico la giornata odierna è stata caratterizzata in particolare dalla delusione per il brusco calo, a sorpresa, della produzione industriale tedesca a febbraio e dai prezzi alla produzione negli Stati Uniti in marzo, che saliti dell'1%, risultano superiori alle attese degli analisti.

Il listino principale è stato sostenuto dai pesi massimi difensivi che chiudono tutti in progressione: Nestlé (+0,50% a 108,80 franchi), Roche (+0,81% a 309,65 franchi) e Novartis (+0,31% a 80,90 franchi).

Non bene invece i titoli bancari. In forte perdita risulta Credit Suisse (-2,33% a 9,796 franchi): sulla scia della débâcle dell'hedge fund statunitense Archegos e della vicenda Greensill, l'azione del numero due bancario elvetico verso mezzogiorno è arrivata a toccare il minimo annuale di 9,73 franchi. Meglio fa invece UBS che segna un incremento dello 0,30% a 14,935 franchi.

Contrastati chiudono gli assicurativi con Zurich – fanalino delle bluechip – che cede il 4,67% (a 385,50 franchi) e Swiss Re che si contrae dello 0,17% (a 93,34 franchi), mentre in positivo appare Swiss Life (+0,53% a 475,90 franchi).

Anche il settore del lusso non si mostra uniforme: Richemont perde (-0,09% a 93,22 franchi) e Swatch guadagna (+0,40% a 277,70 franchi).

Tutti all'insegna del rialzo si mostrano invece i titoli più sensibili ai cicli economici con ABB che sale dell'1,33% (a 29,53 franchi), Geberit dello 0,87% (a 622,80 franchi), LafargeHolcim dello 0,88% (a 57,08 franchi) e Sika dello 0,66% (a 275,50 franchi).

Sul mercato allargato Ems Chemie registra una progressione dello 0,54% a 841,0 franchi : la società grigionese attiva nelle specialità chimiche ha comunicato oggi una netta crescita del fatturato nel primo trimestre di quest'anno.

ev, ats