Borsa svizzera chiude in rialzo

ATS

9.6.2020 - 17:52

La Borsa svizzera ha chiuso in rialzo.
Source: KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

In contro tendenza rispetto ad altri mercati europei la Borsa svizzera ha oggi terminato in rialzo, sostenuta dai sui big difensivi. L'indice dei valori guida SMI ha chiuso a 10'184,82 punti, in progressione dello 0,32% rispetto a ieri.

Il listino allargato SPI ha guadagnato lo 0,33% a 12'564,25 punti.

In attesa della ultime decisioni di politica monetaria della Federal Reserve gli investitori hanno preferito non impegnarsi in modo eccessivo. Stando agli operatori i forti movimenti dei singoli titoli vanno spiegati con i cambiamenti in atto nei vari portafogli: le azioni che si sono ben comportate nelle ultime sedute vengono cedute per acquisirne altre che non hanno ancora recuperato appieno.

A soffrire per i realizzi di guadagno sono stati in particolare i bancari Credit Suisse (-2,63% a 10,18 franchi) e UBS (-2,68% a 11,07 franchi), così come gli assicurativi Swiss Life (-2,62% a 371,60 franchi), Swiss Re (-1,30% a 77,50 franchi) e Zurich (-2,49% a 341,30 franchi),

In negativo hanno chiuso anche i valori maggiormente dipendenti dalla congiuntura quali ABB (-1,38% a 20,67 franchi), Adecco (-3,28% a 48,67 franchi), Geberit (-1,73% a 472,00 franchi) e LafargeHolcim (-1,58% a 42,86 franchi). Nel settore del lusso Richemont (-0,31% a 64,96 franchi) si è difesa meglio di Swatch (-1,36% a 203,10 franchi).

A trainare il listino si sono così trovati quasi solo i pesi massimi difensivi Novartis (+2,04% a 84,14 franchi), Nestlé (+1,76% a 105,36 franchi) – che ha annunciato la vendita delle attività nordamericane di Buitoni – e Roche (+1,20% a 333,20 franchi). In evidenza si è mostrata anche Givaudan (+1,15% a 3338,00 franchi).

Tornare alla home page

ATS