Mercati azionari

La Borsa svizzera chiude in rialzo

es, ats

23.9.2021 - 18:06

Seduta tutta in verde per la Borsa svizzera. (foto simbolica)
Seduta tutta in verde per la Borsa svizzera. (foto simbolica)
Keystone

Seduta tutta positiva per la Borsa svizzera. L'indice principale SMI ha guadagnato lo 0,85% a 11'938.62 punti, quello allargato SPI lo 0,82% a 15'495.27 punti.

es, ats

23.9.2021 - 18:06

La Federal Reserve, segnalando ieri sera l'avvio della riduzione degli acquisti di asset a «breve», probabilmente già a novembre, e un aumento dei tassi di interesse nel 2022, ha rispettato appieno le attese degli investitori. Come previsto anche la Banca nazionale svizzera ha mantenuto invariata oggi la propria politica monetaria espansiva: i tassi restano al -0,75%. Le stime sul Pil 2021 sono state abbassate dal +3,5% circa al un +3% circa.

Confermando i tassi e l'acquisto di titoli, anche la Bank of England ha tagliato le stime di crescita per l'economia della Gran Bretagna, portandole al 2,1% nel terzo trimestre. Sempre oggi la Banca centrale europea ha invece migliorato dal 4,4 al 5% la stima di crescita dell'Eurozona per il 2021.

A sostenere i listini è stato però anche l'allentamento della tensione su Evergrande dopo che il colosso immobiliare ha annunciato che pagherà gli interessi sulle emissioni di un bond domestico. Al contempo Pechino, riluttante a salvare la società, ha chiesto ai funzionari locali in tutto il paese di prepararsi a una «possibile tempesta». E nonostante gli indici pmi dell'Eurozona e le richieste di sussidi di disoccupazione negli Usa si siano rivelati peggiori delle attese.

Tra le blue chip in risalto Richemont (+3,40% a 101.00 franchi) e Logitech (+2,59% a 92.70 franchi), alla sua quarta seduta nell'SMI, così come i bancari Credit Suisse (+1,88% a 79.20 franchi) – i cui fondi, a suo dire, hanno investito poco in Evergrande -, e UBS (+1,31% a 388.20 franchi). Sono saliti di oltre un punto percentuale pure ABB (+1,26% a 32.97 franchi), Givaudan (+1,17% a 4'509.00 franchi), Partners Group (pure +1,17%, a 1'641.50 franchi) e Swiss Life (+1,01% a 471.50 franchi). Ha chiuso in calo unicamente Geberit (-0,30% a 740.60 franchi).

Nel mercato allargato bene Bachem (+2,55% a 805.00 franchi), che ha annunciato un aumento di capitale e vuole creare un nuovo sito di produzione in Svizzera, e Sulzer (+1,94% a 136.80 franchi), che ha fornito ieri dettagli sull'IPO del suo spin-off Medmix. In evidenza anche AMS (+3,63% a 17.72 franchi), U-blox (+2,85% a 64.85 franchi) – con il Ceo che si è detto molto ottimista a lungo termine per l'andamento degli affari -, VAT (+2,67% a 430.80 franchi), Zur Rose (+2,76% a 391.00 franchi) e Tecan (+2,47% a 580.00 franchi). In controtendenza Adecco (-1,07% a 48.23 franchi).

es, ats