Mercati azionari

La Borsa svizzera chiude in rialzo

es, ats

2.11.2021 - 18:10

Dopo un avvio debole la Borsa svizzera ha chiuso in chiaro rialzo. (immagine simbolica)
Dopo un avvio debole la Borsa svizzera ha chiuso in chiaro rialzo. (immagine simbolica)
Keystone

Dopo un avvio sotto la parità i listini della Borsa svizzera si sono rafforzati sempre più. L'indice principale SMI ha chiuso le contrattazioni in rialzo dello 0,86% a 12'321.00 punti, quello allargato SPI dello 0,68% a 15'851.56 punti.

es, ats

2.11.2021 - 18:10

Tra le blue chip in evidenza Roche (+2,44% a 367.45 franchi) nonché ABB (+1,65% a 30.82 franchi), che ha finalizzato la cessione, per 2,9 miliardi di dollari, del comparto Mechanical Power Transmission, meglio conosciuto con il marchio Dodge.

Lonza, che rafforza le attività di produzione di esosomi, è cresciuta dell'1,62% a 775.60 franchi, mentre Alcon, che porta sul mercato una nuova lente a contatto, ha invece guadagnato lo 0,98% a 77.96 franchi.

Tra gli altri titoli quotato nell'SMI hanno guadagnato oltre un punto percentuale Swiss Re (+1,46% a 90.26 franchi), Givaudan (+1,33% a 4'423.00 franchi) e SGS (+1,20% a 2'780.00 franchi).

Pesante per contro Logitech (-2,33% a 73.64 franchi). In calo pure Richemont (-0,57% a 113.6957 franchi; di oggi la notizia che la controllata Watchfinder apre nuovi punti vendita in Europa) e Novartis (-0,39% a 76.2842 franchi).

Nel mercato allargato, tra le aziende che hanno informato sull'andamento dei loro affari sono risultate sotto pressione AMS (-8,44% a 16.54 franchi), Adecco (-4,01% a 45.03 franchi) e Burckhardt (-1,76% a 391.00 franchi), mentre hanno chiuso positivamente Schaffner (+4,17% a 300.00 franchi), Trifork (+3,59% a 174.00 franchi) e Phoenix Mecano (+1,84% a 443.00 franchi).

Tra gli altri titoli bene Addex (+7,63% a 1.27 franchi; presenterà i trimestrali giovedì), Zur Rose (+3,11% a 332.00 franchi nonostante un avvertimento sugli utili di una concorrente), Schindler (+2,23% a 243.40 franchi il buono di partecipazione e +2,04% a 239.60 franchi l'azione nominativa; il gruppo aderisce a un'iniziativa globale per lo sfruttamento di energie rinnovabili) e SIG Combibloc (+2,09% a 24.38 franchi).

Male invece LEM (-5,67% a a 2'245.00 franchi), Hiag (-2,25% a 95.40 franchi), che ha svelato i dettagli del suo aumento di capitale, Temenos (-2,15% a 134.45 franchi sebbene oggi abbia annunciato di aver conquistato un nuovo cliente in Cambogia), e Skan (-1,72% a 72.52 franchi nonostante abbia reso noto che l'opzione d'acquisto supplementare sia stata interamente sottoscritta).

es, ats