Borsa svizzera: chiude quasi in parità

ATS

17.6.2019 - 17:51

Seduta positiva per un soffio per la borsa svizzera: l'indice dei valori guida SMI ha chiuso a 9851,57 punti, in progressione dello 0,04% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI ha guadagnato lo 0,07% a 11'899,36 punti.

Gli investitori sono stati prudenti in attesa della prossima riunione della banca centrale statunitense, la Federal Reserve (Fed). In Svizzera, le notizie economiche sono state scarse.

La Fed riunisce domani e dopodomani il suo Comitato di politica monetaria (FOMC) e i partecipanti rivolgeranno l'attenzione a segnali di una possibile riduzione dei tassi di riferimento. Gli esperti di S&P Global Economics prevedono che la banca centrale statunitense riduca i tassi da settembre, in risposta alle crescenti difficoltà dell'economia globale.

I maggiori perdenti sono stati LafargeHolcim (-1,44% a 47,95 franchi) e Geberit (-0,99% a 459,50 franchi), senza che vi fossero indicazioni particolari.

I tre pesi massimi Nestlé (+0,10% a 101,50 franchi), Novartis (+0,30% a 89,68 franchi) e Roche (-0,25% a 275,30 franchi) hanno avuto evoluzioni contrastanti. Novartis ha presentato nuovi dati di studi che dimostrano l'efficacia a lungo termine e la sicurezza del suo medicinale Cosentyx in molteplici manifestazioni di disturbi psoriasici.

Credit Suisse (+0,66% a 11,44 franchi) è il campione di giornata tra le blue chip, nettamente migliore della concorrente UBS (-0,13% a 11,50 franchi). È seguito da Givaudan (+0,65% a 2794,00 franchi) e da Adecco (+0,42% a 57,76 franchi).

Tornare alla home page

ATS