Borsa svizzera: chiusura stabile, SMI +0,01%

mp, ats

15.11.2021 - 17:55

Chiusura in lieve rialzo per la Borsa svizzera
Keystone

Prima seduta settimanale stabile per la Borsa svizzera. Al termine delle contrattazioni, l'indice dei titoli guida SMI ha guadagnato lo 0,01% a 12'517,12 punti, quello allargato SPI ha perso invece lo 0,05% a 16'135,39.

mp, ats

15.11.2021 - 17:55

In una giornata piuttosto avara di notizie congiunturali, spicca l'apertura in rialzo di Wall Street, mentre negli Usa l'indice manifatturiero dello Stato di New York è risultato in crescita molto oltre le attese degli analisti.

Le Piazze europee avevano già ricevuto una spinta dopo l'intervento della presidente della Bce, Christine Lagarde, che aveva definito «molto improbabile» il verificarsi delle condizioni per un rialzo dei tassi il prossimo anno.

Fra le blue chip elvetiche, molti titoli sono risultati però in negativo. In controtendenza Richemont, che ha chiuso a un +2,79% a 139,80 franchi. Hanno tenuto anche i bancari, con UBS che ha concluso in perfetta parità rispetto a venerdì (a 16,69 franchi), mentre Credit Suisse ha guadagnato lo 0,19% a 9,34 franchi. Stando al portale finanziario elvetico Finews, Credit Suisse intende affidare a terzi una parte dei suoi acquisti di materiale e servizi. Un'impresa svizzera sarebbe sul punto di aggiudicarsi il mandato, con il trasferimento di un centinaio di dipendenti.

Non hanno invece particolarmente brillato i pesi massimi difensivi, con Nestlé in calo dello 0,45% a 123,10 franchi e Novartis in flessione dello 0,03% a 76,20. Stabile rispetto a venerdì ha concluso Roche (a 369,00 franchi): oggi la Fondazione Ethos ha deplorato l'intenzione di Roche di annullare le azioni riacquistate a Novartis per circa 19 miliardi di franchi e ha chiesto la restituzione dei titoli sul mercato, ma l'azione non sembra averne risentito.

Contrastati hanno terminato gli assicurativi, con Zurich in crescita dello 0,10% a 402,40 franchi, mentre Swiss Life e Swiss Re hanno perso rispettivamente lo 0,27% (a 515,80 franchi) e dello 0,43% (a 88,80 franchi). La maglia nera della giornata è risultata infine Partners Group (-1,37% a 1'614,00 franchi), seguita da Geberit (-1,29% a 734,80 franchi).

mp, ats