Borsa svizzera: mattinata negativa

ATS

19.6.2019 - 11:42

Mattinata in calo per la Borsa svizzera: alle 11.20 circa l'indice principale SMI scende dello 0,46% a punti, quello allargato SPI dello 0,43% a 12'004.20 punti.

Gli occhi sono puntati sulla Federal Reserve, che comunicherà stasera la sua decisione sui tassi d'interesse: secondo gli analisti, la banca centrale americana lascerà i tassi invariati in una forchetta fra il 2,25% e il 2,50%. Ma l'attenzione è tutta su una possibile apertura a un taglio del costo del denaro già in luglio o settembre.

Il listino principale è trainato al ribasso dai pesi massimi difensivi Nestlé (-0,86%), Novartis (-0,89%) e Roche (-0,50%). Sotto pressione SGS (-1,34%) e Givaudan (-1,20%). In forte rialzo invece Swatch (+1,25%) mentre Richemont segna un più modesto +0,25%. Contrastati i ciclici e gli assicurativi, positivi i bancari con UBS a +0,51% e Credit Suisse a +0,21%.

Nel mercato allargato da segnalare che Bell (-8,56%) si attende una contrazione dell'utile operativo EBIT nel primo semestre in seguito al forte aumento dei prezzi del maiale. L'EBIT dovrebbe situarsi al di sotto dei 50 milioni di franchi, a fronte dei 55,2 milioni realizzati nella prima metà del 2018.

In forte rialzo invece Obseva (+8,61%), la quale ha fatto sapere che dopo un incontro con rappresentanti dell'autorità americana per i medicinali FDA è fiduciosa di poter avviare gli studi di fase III sul suo preparato per la fertilità Nolasiban negli USA nel quarto trimestre 2019 o nel primo trimestre 2020.

Tornare alla home page

ATS