Borsa svizzera: sempre negativa

ATS

22.8.2019 - 15:20

Nessuno scossone pomeridiano alla borsa svizzera, che prosegue anche nel pomeriggio con il proprio andamento al rilento. Attorno alle 15.15 l'indice principale SMI perdeva lo 0,18% a 9829,84 punti e quello allargato SPI lo 0,20% a 11'960,76 punti.

La situazione resta dunque calma in attesa del discorso di domani del presidente della Fed, Jerome Powell, che parlerà dal Wyoming al convegno annuale dei banchieri centrali di Jackson Hole. Sullo sfondo restano anche le solite tensioni geopolitiche e commerciali, vale a dire le proteste a Hong Kong e il braccio di ferro tra Stati Uniti e Cina sui dazi.

Sul fronte interno, continua a scivolare all'indietro Alcon (-0,74%), già in perdita ieri dopo aver pubblicato il suo trimestrale e attuale maglia nera tra le blue chip. Positiva invece la giornata dei bancari UBS (+1,75%) e Credit Suisse (+1,74%).

Poco brillante il settore assicurativo: triplo segno meno per Swiss Re (-0,14%), Swiss Life (-0,32%) e Zurich Insurance (-0,48%). Sottotono anche i pesi massimi difensivi, con Novartis (-0,53%) sulla falsariga di Nestlé (-0,55%) e Roche (-0,62%).

Nel lusso, ispirata Swatch (+1,15%), che stacca Richemont (+0,23%), comunque in ripresa dopo una mattinata in rosso. Convincenti i ciclici, in particolare con Sika (+0,65%) e ABB (+0,54%).

Tornare alla home page

ATS