Migros, Givaudan e Bühler insieme per promuovere la carne coltivata

hm, ats

15.9.2021 - 11:00

Produrre la carne in modo diverso permetterebbe di avere un impatto ambientale notevolmente inferiore.
Keystone

Migros, Givaudan e Bühler insieme per promuovere la produzione di carne coltivata.

hm, ats

15.9.2021 - 11:00

Il colosso del commercio al dettaglio, la multinazionale degli aromi e il gruppo tecnologico specializzato nelle macchine per fabbricare alimenti danno vita alla nuova società Cultured Food Innovation Hub.

Si tratta di un'impresa che metterà a disposizione tecnologie e conoscenze per supportare altre aziende nel campo della realizzazione in coltura di carne, pesce e frutti di mare, spiegano i promotori in un comunicato congiunto odierno. La nuova realtà sorgerà a Klemptthal, nel comune di Lindau (ZH), e verrà dotata sia di un laboratorio per lo sviluppo dei prodotti che di capacità di coltura cellulare e bio fermentazione, per poter supportare al meglio le start up nello sviluppo e nella commercializzazione dei loro prodotti. Entrerà in funzione nel 2021

«In un mondo che il cambiamento climatico ha posto di fronte a grandi sfide e la cui popolazione nel 2050 supererà i dieci miliardi di persone il bisogno di sostenibilità nella coltivazione e nell'approvvigionamento di generi alimentari è decisivo», si legge nella nota.

Le possibilità dell'agricoltura cellulare

L'agricoltura cellulare offre la possibilità di realizzare prodotti di origine animale senza dover ricorrere all'allevamento. A partire da cellule animali si usano tecnologie come la fermentazione: il risultato è un prodotto che, tanto nella struttura quanto nel gusto, è identico alla carne animale. Esso provoca però un impatto molto più contenuto sull'ambiente: niente macellazione o allevamenti intensivi, nessuna carcassa da macello, niente antibiotici.

«L'agricoltura cellulare offre una soluzione in molti ambiti, dalla riduzione dei consumi di superfici e di acqua alla sicurezza e alla qualità della catena alimentare, passando per la protezione degli animali», afferma Ian Roberts, responsabile tecnologico (Chief Technology Officer, CTO) di Bühler, citato nel comunicato.

«Givaudan apporta un'esperienza ormai secolare e conoscenze in tutti gli aspetti del gusto nello sviluppo dei prodotti, ivi compresi tutti i tipi di alternative alla carne, nonché le proprie conoscenze specialistiche nelle biotecnologie», gli fa eco Fabio Campanile, CTO della società ginevrina.

«Le consumatrici e i consumatori iniziano a comprendere il concetto di agricoltura cellulare e i vantaggi che essa può offrire», osserva da parte sua Matthew Robin, dirigente presso Migros Industrie. «Il mercato è pronto per una crescita straordinaria: se mettiamo insieme tutti questi elementi, ecco che abbiamo una combinazione vincente per il pianeta».

hm, ats