Orologi di lusso

Chronext potrebbe entrare in borsa

hm, ats

17.5.2021 - 19:58

La vendita di orologi online è un settore in costante ascesa.
La vendita di orologi online è un settore in costante ascesa.
Keystone

Il rivenditore svizzero di orologi di lusso Chronext starebbe per entrare in borsa: lo afferma la Reuters, che si rifà a persone a conoscenza dei progetti aziendali.

hm, ats

17.5.2021 - 19:58

L'IPO (Initial Public Offering) sarebbe in programma in settembre, ma se la situazione di mercato dovesse risultare favorevole lo sbarco potrebbe essere anticipato in luglio, affermano le fonti. L'impresa con sede a Zugo – che vende, attraverso una piattaforma online, modelli nuovi e d'occasione di marchi orologieri quali per esempio Rolex, Omega, Breitling e Patek Philippe – potrebbe essere valutata fino a un miliardo di euro.

Chronext è stata fondata nel 2013 e impiega circa 130 dipendenti. Nel 2020 ha generato un fatturato di oltre 100 milioni di euro (110 milioni di franchi); nel suo mercato principale, quello tedesco, i ricavi sono saliti del 25%. Se proseguirà l'attuale tasso di crescita le vendite complessive potrebbero superare i 200 milioni di euro nel 2023. Fra i concorrenti principali del gruppo figurano Watchfinder, filiale di Richemont, e Chrono24, che starebbe a sua volta puntando a una IPO secondo gli addetti ai lavori.

Le azioni di Chronext sarebbero attualmente in mano ai fondatori e a diversi investitori finanziari. Dell'IPO si starebbero occupando istituti quali UBS e Bank of America. Interpellati dalla Reuters, né Chronext, né le banche citate hanno voluto commentare le indiscrezioni.

Se l'operazione dovesse avere effettivamente luogo troverebbe conferma il rinnovato interesse per la borsa elvetica, dopo un periodo di magra. Quest'anno hanno infatti già fatto il loro esordio sul mercato dei capitali Polypeptide, società con radici svedesi e sede a Zugo specializzata nei componenti chimici per le ditte farmaceutiche, e Montana Aerospace, azienda di Reinach (AG) attiva nella fabbricazione di componenti per l'industria aeronautica, delle mobilità elettrica e dell'energia. Ha manifestato l'intenzione di entrare nel 2021 in borsa pure la Trifork di Schindellegi (SZ): l'impresa punta però inizialmente a un'IPO in quella che è la sua vera patria, la Danimarca, per poi trovare una seconda quotazione a Zurigo.

hm, ats