Cina

La Banca centrale lascia a sorpresa i tassi Mlf al 2,85%

SDA

15.4.2022 - 09:11

Mossa a sorpresa della Banca centrale cinese.
Keystone

La Banca centrale cinese (Pboc) ha lasciato a sorpresa i costi di finanziamento a un anno dei suoi prestiti a medio termine (Mlf) invariati al 2,85%. Le attese dei mercati puntavano su una risposta al rallentamento dell'economia con l'ondata di Covid-19 nel Paese.

SDA

15.4.2022 - 09:11

In una nota, la Pboc ha detto di aver immesso liquidità sui mercati con un intervento a un anno da 150 miliardi di yuan (23,50 miliardi di dollari) al tasso di interesse fermo al 2,85%, sugli stessi valori da gennaio. L'Istituto centrale ha anche effettuato reverse repos a sette giorni dell'importo di 10 miliardi di yuan al tasso del 2,1%.

Lo strumento dell'Mlf, introdotto nel 2014, punta ad aiutare gli istituti commerciali a conservare livelli adeguati di liquidità prendendo in prestito fondi dalla Banca centrale a fronte di un collaterale di titoli e altri asset equivalenti.

Mantenendo i tassi invariati, malgrado le recenti richieste di sostegno monetario da parte della leadership cinese, la Pboc ha rilanciato le attese di un ulteriore ed imminente taglio dei requisiti di riserva obbligatoria delle banche, quale una delle misure finora più usate per sostenere l'economia e per affrontare la peggiore ondata in Cina di Covid-19 dall'inizio della pandemia a fine 2019, responsabile del lockdown dei 26 milioni di abitanti di Shanghai.

Una situazione complessa che aumenta la possibilità che la crescita 2022 del Pil del Paese possa finire sotto il 5,5% di target annunciato a inizio marzo dal premier Li Keqiang.

SDA