Cop26, patto governi per agricoltura sostenibile

SDA

6.11.2021 - 21:40

I governi si sono impegnati ad investire nell'agricoltura sostenibile.
Keystone

Dentro lo Scottish Event Center, dove si tiene la Cop26, i governi hanno provato a fare la loro parte per combattere il cambiamento climatico, e costruire un sistema economico e politico più equo.

SDA

6.11.2021 - 21:40

Oggi era la giornata dedicata alla natura e all'uso del suolo. E 45 governi, guidati dal Regno Unito, si sono impegnati ad investire complessivamente 4 miliardi di dollari in azioni per proteggere la natura e passare a sistemi agricoli più sostenibili.

Circa un quarto delle emissioni mondiali di gas serra viene dall'agricoltura, dalle foreste e da altri usi del terreno, e questo comporta la necessità di una riforma del modo in cui si coltiva e si consuma il cibo, per fronteggiare il cambiamento climatico.

I 4 miliardi di dollari investimenti pubblici che gli stati si impegnano a mobilitare nell'innovazione agricola saranno spesi nello sviluppo di sementi resistenti al cambiamento climatico e in soluzioni per migliorare la salute del suolo, oltre che nel rendere disponibili queste innovazioni agli agricoltori di tutto il mondo.

Sempre alla Cop26, oggi 16 paesi hanno lanciato oggi una «Policy Action Agenda», e più di 160 soggetti hanno aderito fra stati e organizzazioni ad una «Global Agenda for Innovation in Agriculture», per aprire la strada verso una agricoltura e un settore alimentare più resistenti e sostenibili.

Ma non basta. Altri 10 paesi a Glasgow si sono impegnati a considerare area protetta almeno il 30% delle loro riserve marine. Si tratta di Bahrain, Giamaica, St Lucia, Sri Lanka, Arabia Saudita, India, Qatar, Samoa, Tonga, Gambia e Georgia. L'obiettivo «30by30» è stato posto dalla «Global Ocean Alliance», un accordo internazionale promosso dal Regno Unito. Anche l'Italia ne fa parte. Con i nuovi ingressi, i membri salgono a 69.

Il presidente della Cop26, il britannico Alok Sharma, ha annunciato che sono saliti a 134 i paesi che hanno aderito al piano contro la deforestazione da quasi 20 miliardi di dollari, annunciato nei giorni scorsi a Glasgow al summit dei leader.

Oggi papa Francesco ha mandato un messaggio alla Cop26 con un tweet: «Curiamo la nostra casa comune ed anche noi stessi, cercando di estirpare i semi dei conflitti: avidità, indifferenza, ignoranza, paura, ingiustizia, insicurezza e violenza. L'umanità non ha mai avuto tanti mezzi per giungere a tale obiettivo».

SDA