Emmi: risultati in calo nel primo semestre

ATS

28.8.2019 - 08:55

Sui risultati di Emmi hanno pesato la forte concorrenza e la pressione sui prezzi.
Source: Keystone/ANTHONY ANEX

Emmi ha realizzato nel primo semestre un giro d'affari di 1,66 miliardi di franchi, lo 0,7% in meno dello stesso periodo dell'anno scorso. Al netto delle acquisizioni e dei cambi risulta invece una progressione dell'1,6%.

L'utile operativo EBIT è sceso dell'1,6% a 93,5 milioni di franchi, per un margine passato dal 5,7 al 5,6%. In forte calo l'utile netto, regredito da 129 a 72,9 milioni; bisogna tuttavia considerare che il risultato dell'anno scorso era stato gonfiato dalla cessione di una partecipazione. Senza tale fattore l'utile è lievemente salito, indica il gruppo lattiero lucernese in un comunicato odierno.

Le cifre sono inferiori alle attese degli analisti consultati dall'agenzia AWP, i quali prospettavano in media un fatturato di 1,69 miliardi, un EBIT di 97,4 milioni, un margine operativo del 5,8% e un utile netto di 78,2 milioni di franchi.

Sui risultati hanno pesato la forte concorrenza e la pressione sui prezzi, fattori che influenzeranno anche la seconda metà dell'anno. Secondo Emmi il livello del margine operativo è comunque considerevole: il presidente della direzione Urs Riedener, citato nella nota, afferma che «si è nuovamente visto quanto importante sia il programma di riduzione dei costi che ampliamo costantemente da dieci anni».

Sulla base delle cifre semestrali il gruppo conferma gli obiettivi per l'intero esercizio 2019 di un EBIT di 215-220 milioni per un margine compreso tra il 4,7 e il 5,2%, ma riduce la previsione inerente le vendite: in precedenza puntava a una progressione compresa tra il 2 e il 3%, ora a una tra l'1,5 e il 2,5%.

Tornare alla home page

ATS