Generali: utile semestre 1,8 miliardi euro

ATS

1.8.2019 - 10:26

Generali archivia il primo semestre con un utile netto di gruppo pari a 1,8 miliardi di euro (+34,6%) mentre l'utile netto normalizzato, che non comprende le plusvalenze dalla vendita di Generali Leben e delle attività belghe, si attesta 1,3 miliardi (+6,4%).

Il risultato operativo è di 2,724 miliardi di euro (+7,6%): i rami vita e danni migliorano per la profittabilità tecnica confermata dal combined ratio a 91,8% (-0,02 punti base). Solido il capitale con la solvency ratio a 209% (da 217% dell'intero 2018).

Il risultato non operativo, è negativo per 588 milioni di euro a causa della flessione della performance finanziaria per minori realizzi, che sono stati solo in parte compensati dalle minori svalutazioni del periodo.

Positivo il risultato delle attività operative cessate, che accoglie il profitto di 352 milioni di euro derivante dalla cessione di Generali Leben, nonché quello di 128 milioni dalla vendita delle attività belghe.

La raccolta netta Vita raggiunge 7,4 miliardi di euro (+29,5%). Le riserve tecniche salgono a 358 miliardi (+4,3%). I premi del segmento Vita, pari a 24.321 milioni, crescono dello 0,9% . I premi Danni aumentano a 11.407 milioni di euro (+3,9% a termini omogenei). I premi complessivi del gruppo ammontano a 35,7 miliardi, in aumento dell'1,8%.

L'utile del segmento Asset Management è pari a 133 milioni (+22%).

Il patrimonio netto cresce a 27.059 milioni rispetto a 23.601 milioni al fine dicembre 2018.

Nonostante le rinnovate pressioni dovute all'andamento dei tassi, Generali conferma gli obiettivi del prossimo triennio. Il piano al 2021 prevede una crescita degli utili per azione tra il 6% e l'8%. un Roe (indice di redditività del capitale proprio) medio superiore all'11,5% e un obiettivo di pay-out ratio tra il 55% e il 65%.

Per l'anno in corso nel segmento Vita proseguirà la strategia della compagnia di ribilanciamento del portafoglio verso prodotti a basso assorbimento di capitale.

Tornare alla home page

ATS