Lonza produrrà anticorpi di AstraZeneca

ATS

30.10.2020 - 15:51

Il gruppo basilese Lonza è attivo su un terzo fronte di possibili trattamenti contro il Covid-19.
Source: KEYSTONE/GEORGIOS KEFALAS

L'azienda chimico-farmaceutica basilese Lonza è stata selezionata dal gruppo svedese-britannico AstraZeneca per la produzione della sua combinazione di anticorpi in fase di sperimentazione per la prevenzione e il trattamento del Covid-19.

L'infrastruttura della società renana a Portsmouth (Inghilterra) sarà utilizzata a questo scopo a partire dal primo semestre del prossimo anno.

L'AZD7442 di AstraZeneca dovrebbe passare alla fase clinica avanzata nelle prossime settimane, precisa il gruppo in una nota diramata oggi.

Collaborazione con Moderna e con...

Il nome del gruppo Lonza, che in estate ha reso noto di voler cedere il comparto chimico, ha fatto recentemente il giro del mondo in relazione al vaccino contro il Covid-19 che viene attualmente sviluppato da Moderna, società biotecnologica statunitense sostenuta dal governo degli Usa con 500 milioni di dollari (456 milioni di franchi al cambio attuale). Il principio attivo del vaccino viene infatti prodotto da Lonza. Sono previste due linee produttive, una vicino a Boston (Massachusetts, Usa) e una a Visp (VS).

... Humaningen

Ma la società basilese si è profilata anche su un altro fronte contro il Covid-19. A metà settembre ha reso noto una collaborazione con il suo partner califoniano Humaningen per aumentare le sue capacità di produzione di lenzilumab, un prodotto destinato a essere utilizzato per contrastare l'epidemia.

Tale decisione anticipa una potenziale autorizzazione urgente che potrebbe essere ottenuta ancora nel 2020 per il lenzilumab, attualmente in uno studio di fase III. La produzione della sostanza potrebbe allora iniziare a partire dal 2021 sul sito di Lonza a Hayward, in California (Usa).

Humanigen è un'impresa biofarmaceutica sperimentale californiana che si concentra sulla prevenzione e il trattamento di risposte immunitarie eccessive meglio note con il termine di «tempesta di chitochine».

Tornare alla home page

ATS