Media

Settore pubblicitario si aspetta un 2022 in crescita

hm, ats

5.1.2022 - 15:00

I manifesti rimangono un canale privilegiato per raggiungere il consumatore.
I manifesti rimangono un canale privilegiato per raggiungere il consumatore.
Keystone

Il settore pubblicitario si aspetta un 2022 in crescita: lo rivela un sondaggio dell'associazione delle agenzie Leading Swiss Agencies (LSA) e di Utenti Svizzeri Pubblicità (USP), la federazione che rappresenta gli inserzionisti.

hm, ats

5.1.2022 - 15:00

Questi ultimi prevedono per il 62% un aumento della spesa pubblicitaria nell'anno appena cominciato, informano i due organismi in un comunicato congiunto odierno. Da parte delle agenzie a scommettere su una progressione è il 45%, mentre solo il 10% si attende un calo. Il rilevamento è stato effettuato in ottobre e novembre, ma secondo LSA e USP il quadro generale nel frattempo non dovrebbe essere eccessivamente cambiato.

Il 38% degli inserzionisti punterà sui media tradizionali (televisione, stampa, manifesti, radio). Seguono la pubblicità digitale (17%), i siti web (11%), il marketing sociale (11%) e il marketing legato ad eventi (11%).

hm, ats