Uber e Lyft, autisti sono dipendenti

ATS

13.8.2020 - 10:04

Il modello d'affari di Uber e Lyft non fa l'unanimità.
Source: KEYSTONE/AP/Rich Pedroncelli

Uber e Lyft perdono la causa con lo Stato della California: gli autisti non possono essere classificati come appaltatori indipendenti, ma devono rientrare a tutti gli effetti nella categoria dei dipendenti.

La decisione è una grave sconfitta per le due società di che offrono servizi di trasporto attraverso app ed è il risultato di una causa intentata dal procuratore generale dello stato Xavier Becerra e dalle città di Los Angeles, San Diego e San Francisco.

Uber e Lyft hanno ora 10 giorni per presentare ricorso contro un'ingiunzione preliminare: entrambe le aziende seguiranno questa strada per bloccare l'entrata in vigore della sentenza. Le due imprese state accusate di non essere conformi all'Assemblea Bill 5, una delle nuove leggi statali della California che richiede alle aziende di classificare i propri lavoratori come dipendenti riconoscendogli tutti i benefit di questa categoria.

''Questa è una vittoria clamorosa per migliaia di conducenti di Uber e Lyft che stanno lavorando duramente – e, in questa pandemia, correndo rischi ogni giorno – per provvedere alle loro famiglie'', ha detto in una nota il procuratore della città di Los Angeles Mike Feuer.

Lyft ha affermato in una dichiarazione che ''i conducenti non vogliono essere dipendenti. In definitiva, crediamo che questo problema sarà deciso dagli elettori della California e che si schiereranno con i conducenti''.

Uber, d'altra parte, probabilmente chiuderà temporaneamente in California per diversi mesi se la sentenza non si ribalta, secondo il ceo della società Dara Khosrowshahi, che ha parlato con la CNBC.

''Se il tribunale non ci ripensa, allora in California, è difficile credere che saremo in grado di passare rapidamente dal nostro modello al lavoro a tempo pieno'', ha detto Khosrowshahi. Obiettivo della causa era quello di far rispettare alle due aziende le leggi californiane in materia di lavoro e tutela dei dipendenti. Ora bisognerà capire come andrà avanti il contenzioso.

Tornare alla home page

ATS