COVID-19

AstraZeneca difende il proprio vaccino dopo i test rassicuranti

ro

22.3.2021 - 19:34

Questo mese diversi paesi hanno sospeso l'uso del vaccino di AstraZeneca a causa del timore che potrebbe causare coaguli di sangue.
Questo mese diversi paesi hanno sospeso l'uso del vaccino di AstraZeneca a causa del timore che potrebbe causare coaguli di sangue.
Keystone

La società AstraZeneca ha difeso oggi il suo vaccino, bocciato da una buona parte degli europei. Sostiene che è efficace all'80% contro il Covid-19 negli anziani e che non aumenta il rischio di coaguli di sangue.

ro

22.3.2021 - 19:34

L'uso di questo vaccino è cruciale ora che la terza ondata della pandemia sta prendendo piede, in particolare in Europa.

Il siero è efficace al 79% nel prevenire il Covid-19 sintomatico nella popolazione generale e al 100% nel prevenire forme gravi della malattia e l'ospedalizzazione, ha indicato oggi l'azienda dopo studi clinici di fase tre negli Stati Uniti con 32'449 partecipanti.

È efficace all'80% negli anziani e non aumenta il rischio di coaguli di sangue, secondo il laboratorio, mentre diversi paesi hanno rinunciato a prescriverlo agli anziani a causa della mancanza di dati su questa fascia della popolazione nei test effettuati precedentemente.

Gli studi non hanno rivelato un aumento del rischio di trombosi

Questo mese diversi paesi hanno sospeso il suo uso a causa del timore che potrebbe causare coaguli di sangue, a volte fatali. Il vaccino è visto come più pericoloso che sicuro in Germania, Francia, Spagna e Italia, secondo un sondaggio d'opinione condotto tra il 12 e il 18 marzo.

Giovedì scorso, l'Agenzia europea per i medicinali (Ema) lo ha ritenuto «sicuro ed efficace» e l'uso del vaccino è ripreso in diversi paesi, ma l'impatto sull'opinione pubblica si è fatto sentire, sottolinea l'istituto demoscopico YouGov.

Il 20% dei partecipanti allo studio aveva più di 65 anni e il 60% aveva problemi di salute associati a un rischio maggiore di sviluppare una forma grave di Covid-19, come il diabete, l'obesità o problemi di cuore.

Gli studi non hanno rivelato un aumento del rischio di trombosi tra i partecipanti che hanno ricevuto almeno una dose del siero, secondo AstraZeneca.

ro