Salute

Batterie a bottone, uno studio per prevenirne l'ingestione

cp, ats

26.8.2021 - 16:02

La batterie a bottone possono rappresentare un pericolo per i bambini.
Keystone

L'attenzione dei genitori non basta più: il Consiglio federale è infatti pronto a studiare le misure volte a prevenire o ridurre i rischi per la salute dei bambini legati all'ingestione di batterie a bottone.

cp, ats

26.8.2021 - 16:02

Ogni anno, circa 80-90 casi del genere vengono segnalati a Tox info Suisse, servizio di consulenza svizzero per casi di avvelenamento.

In particolare, scrive il Consiglio federale in risposta ad un postulato di Christoph Eymann (PLR/BS) che raccomanda al plenum di accogliere, allestirà un'analisi delle dinamiche degli incidenti e verificherà se a causarli sono fattori legati all'esecuzione (vedi ordinanza sui giocattoli e sulla sicurezza dei prodotti), o altri fattori, ad esempio la conservazione non regolamentare delle batterie.

Stando al consigliere nazionale di Basilea, le micropile (batterie a bottone) rappresentano un grave pericolo per i bambini: nel giro di pochi minuti il bambino rischia conseguenze devastanti, come la corrosione della mucosa dell'esofago o della trachea con lesioni permanenti, se non letali.

I pediatri, specifica Eymann, hanno costituito un gruppo di lavoro e intendono unire le forze per attirare l'attenzione sui pericoli al di là della giornata mondiale dedicata alle pile a bottone (12 giugno). Per il deputato non è sufficiente sensibilizzare i genitori e gli insegnanti; anche l'industria e la politica sono tenute a contribuire alla riduzione dei rischi. Purtroppo sono in commercio troppi apparecchi senza vano batteria munito di chiusure efficienti.

Secondo Eymann, si tratta di un tema estremamente importante: uno studio ha infatti rivelato che durante la pandemia il numero di questi incidenti è aumentato in modo drammatico.

Nella sua risposta favorevole al postulato, il governo fa notare che ogni anno Tox Info Suisse riceve dalle 80 alle 90 richieste d'informazione concernenti l'inghiottimento, soprattutto da parte di bambini piccoli, di pile del tipo a bottone (stato 2020). Tra l'80 e il 95% dei bambini rimane asintomatico; solo nell'1% circa dei casi sono segnalati decorsi gravi a Tox Info Suisse.

cp, ats