Ebola: 1300 orfani per epidemia in Congo

ATS

13.8.2019 - 15:55

Il numero orfani per l'epidemia di ebola nella Repubblica Democratica del Congo (RDC) è più che raddoppiato dallo scorso mese di aprile: all'11 agosto ne erano registrati 1380.
Source: KEYSTONE/AP/JEROME DELAY

Il numero di bambini orfani a causa dell'epidemia di ebola nella Repubblica Democratica del Congo (RDC) è più che raddoppiato dallo scorso mese di aprile: dall'inizio dell'epidemia all'11 agosto sono stati registrati 1380 orfani.

Dallo scoppio dell'epidemia nell'agosto 2018 ad oggi, 2469 bambini sono stati inoltre separati dai loro genitori o da persone che se ne prendevano cura, perché gli adulti erano sottoposti a trattamenti o perché gli stessi bambini erano stati in contatto con persone infette.

«Questa malattia è particolarmente straziante per i bambini», ha sottolineato Pierre Ferry, capo dei programmi Unicef di protezione dei minori nel Paese africano. «I bambini guardano i genitori morire davanti a loro o vedono i loro cari portati nei centri di trattamento, incerti su quando o se torneranno. Molti affrontano discriminazione, stigmatizzazione e isolamento», ha aggiunto citato in una nota.

L'Unicef sta lavorando a stretto contatto con partner e comunità per identificare rapidamente i bambini colpiti e adattare il supporto per rispondere alle loro esigenze fisiche, psicologiche e sociali, ha precisato la portavoce dell'agenzia specializzata delle Nazioni Unite Marixie Mercado. Al 12 agosto, l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) aveva registrato in RDC un totale di 2831 casi di ebola (2737 confermati, 94 probabili) di cui 1881 letali. Del totale dei casi, circa il 56% erano donne e il 28% bambini di età inferiore ai 18 anni.

Tornare alla home page

ATS