Bilancio intermedio soddisfacente per la Fête des vignerons

ATS

2.8.2019 - 17:35

L'arena costruita sulla piazza del mercato di Vevey, dove si tiene lo spettacolo ideato dal regista e coreografo ticinese Daniele Finzi Pasca.
Source: KEYSTONE/VALENTIN FLAURAUD

Gli organizzatori della Fête des Vignerons hanno stilato un bilancio intermedio molto soddisfacente della dodicesima edizione che si concluderà l'11 agosto.

Con 365'000 biglietti venduti al primo agosto sui 400'000 disponibili, la festa del 2019 risulta la più frequentata dal 1797.

Il regista e coreografo ticinese Daniele Finzi Pasca si è detto «molto contento» dello spettacolo, con attori-figuranti «sempre pronti a cambiare dettagli, sempre disponibili». E anche il pubblico risponde presente.

Diversi spettacoli rinviati per maltempo

Le Giornate Cantonali, vera e propria novità di quest'anno, stanno conoscendo «un buon successo», precisano gli organizzatori, citando a mo' di esempio le 60'000 persone accorse per quella friburghese.

Unici inconvenienti sono stati gli spettacoli rinviati a causa del maltempo, tra cui quello previsto nella giornata di sabato scorso dedicata al Ticino e altri cantoni della Svizzera centrale, che verrà riproposto domani, sabato, alle 11.00. I biglietti rimangono validi.

Già oltre 600'000 visitatori

Per il resto, il bilancio intermedio è giudicato «eccezionale». La Ville en Fête, che offre dalle 09.00 del mattino fino a notte fonda attività gratuite (solo l'accesso all'arena è a pagamento), ha attirato in quindici giorni oltre 600'000 visitatori. Ieri la Giornata della Confederazione, che si aggiunge a quelle cantonali, ha fatto il pieno con 100'000 persone, ossia il giorno con più ospiti registrati finora.

I servizi sanitari sono stati chiamati in causa una cinquantina di volte al giorno per casi benigni. Tuttavia si è registrata una trentina di ricoveri negli ospedali della regione.

1'200 interventi della polizia

La polizia e la sicurezza privata hanno dal canto loro riferito di aver compiuto 1'200 interventi, per la maggior parte a causa di problemi comportamentali e infrazioni al regolamento di polizia. Querele, bagarre e aggressioni sono pure state menzionate dagli organizzatori.

Tornare alla home page

ATS