Globus venduta a thailandesi e austriaci

ATS

4.2.2020 - 15:10

Globus passa in mani thailandesi e austriache.
Source: Keystone/WALTER BIERI

La Federazione delle cooperative Migros (FCM), che sta riorganizzando il proprio portafoglio, vende la catena di grandi magazzini Globus al conglomerato thailandese Central Group e alla holding austriaca Signa per oltre un miliardo di franchi.

Il contratto di vendita con Signa e Central Group – che in quanto proprietarie dei grandi magazzini Ka-DeWe di Berlino, Alsterhaus di Amburgo e Oberpollinger di Monaco così come dell'italiana La Rinascente e della danese Illum operano da leader nel settore dei grandi magazzini di lusso in Europa – è stato sottoscritto ieri, lunedì, indica un comunicato diramato dalla FCM.

«Tra più di una dozzina di interessati, Signa e Central Group hanno presentato la migliore offerta e la migliore strategia per il futuro per il rinomato Gruppo Globus con i suoi grandi magazzini, il suo shop online e i suoi negozi di moda.

L'offerta – si legge nella nota – ha convinto in virtù della sua piena rispondenza ai criteri Migros essenziali per acconsentire a una cessione: una strategia a lungo termine, l'intenzione di continuare a sviluppare il Gruppo Globus e l'assicurazione del suo mantenimento».

Un marchio leader con una forte identità

L'obiettivo dei nuovi proprietari è di trasformare il marchio Globus nel leader dei grandi magazzini di lusso in Svizzera con una forte identità nazionale, attraverso una rapida ristrutturazione e un riposizionamento sostenibile.

«Insieme applicheremo a Globus il modello operativo europeo che ha garantito il nostro successo, assicurando a Globus la possibilità di offrire ai clienti locali e internazionali un'eccellente esperienza. Gli azionisti stanno pianificando importanti investimenti nei grandi magazzini esistenti e nel marchio Globus per garantire la crescita e la sostenibilità a lungo termine», si legge in un comunicato di Signa.

Nuovi nomi ai vertici

Vittorio Radice, presidente della joint venture Signa/Central, sarà il futuro presidente del consiglio di amministrazione (Cda). Lavorerà a fianco di un team di esperti del gruppo degli azionisti e delle aziende associate.

Thomas Herbert, finora presidente della direzione di Globus, entrerà a far parte del Cda, mentre Franco Savastano, finora vicedirettore di Globus e in precedenza alla guida di Jelmoli, assumerà la gestione operativa in qualità di CEO.

Transazione definitiva entro metà 2020

La transazione con la joint venture paritaria Signa/Central Group, che comprende anche la cessione di otto immobili commerciali situati a Zurigo, Basilea, Berna e San Gallo, dovrebbe concludersi entro la metà del 2020.

Il Gruppo Globus conta 48 filiali, di cui 12 grandi magazzini, 26 «fashion store», cinque outlet, quattro negozi del marchio di moda Navyboot e un punto vendita indipendente Delicatessa (alimentari). Si aggiunge lo shop online di Globus. I collaboratori in equivalenti a tempo pieno sono 2'409 e il fatturato generato nel 2019 ammonta a 763 milioni di franchi, il 6% in meno dell'esercizio precedente.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page

ATS