I più letti del 2019

Il relitto di una nave scoperto a profondità da record

tafu

18.11.2019

Non era mai stato trovato un relitto a simili profondità: alcuni ricercatori hanno scoperto un cacciatorpediniere statunitense della Seconda Guerra mondiale nell’Oceano Pacifico.

Negli Stati Uniti, alcuni ricercatori hanno fatto una scoperta speciale: il relitto di una nave, ritrovato a profondità inedite. Una spedizione dell’organizzazione Vulcan Inc. ha rinvenuto quel che resta dell’imbarcazione nella fossa delle Filippine, nell’Oceano Pacifico, e sospetta che si tratti dell’USS Johnston, una nave da guerra affondata nel corso di una battaglia.

Gli scienziati hanno ritrovato i resti del cacciatorpediniere statunitense a 6220 metri di profondità. Anche se la nave non si è conservata completamente, sono chiaramente identificabili alcune parti, come degli equipaggiamenti per le armi.

Nell’ottobre 1944, l’USS Johnston ha partecipato insieme ad altri cacciatorpedinieri alla battaglia del golfo di Leyte, il più grande scontro navale della Seconda Guerra mondiale. Il loro obiettivo era di impedire ai nemici di chiudere le rotte di approvvigionamento. Anche se ci sono riuscite, le forze statunitensi erano disperatamente inferiori alle forze giapponesi. Alcune navi sono affondate, tra cui l’USS Johnston; 186 dei 327 membri dell’equipaggio sono rimasti uccisi.

Gli storici non hanno ancora confermato che si tratti proprio dell’USS Johnston e non dell’USS Hoel, affondata nel corso della stessa battaglia. Basandosi sul luogo della scoperta, i ricercatori, invece, sono certi che si tratti dell’USS Johnston.

La storia del Titanic

Tornare alla home page