Il «Rhône» tornerà a navigare sul Lemano nel 2021

ATS

4.8.2020 - 17:47

Circa 200 persone lavorano al restauro del battello a vapore Rhône
Source: KEYSTONE/LAURENT GILLIERON

Il Rhône, uno dei fiori all'occhiello dei battelli Belle Epoque della Compagnie générale de navigation (CGN) del lago Lemano, attualmente in fase di completo restauro, dovrebbe tornare a navigare dal giugno 2021.

Oggi il battello a vapore del 1927 ha ricevuto la sua nuovissima caldaia di 32 tonnellate.

Il restauro, che durerà due anni, è a metà strada e «combina la conservazione del patrimonio storico con le più moderne tecnologie», ha dichiarato Andreas Bergmann, direttore generale della CGN, ai media nel cantiere navale di Losanna.

La riparazione dello scafo in metallo sverniciato è già stata completata, è stato indicato precisando che il precedente «lifting» dello storico battello a vapore risale al 1969.

Restauro «il più vicino possibile alle sue condizioni originali»

L'attuale restauro viene fatto «il più vicino possibile alle sue condizioni originali», ha detto da parte sua il direttore tecnico Irwin Gafner. Alcuni degli adattamenti effettuati nel corso degli anni scompariranno: l'accesso al salone tornerà nella sua posizione originale, più centrale, e attraverso gli oblò si potrà vedere dall'interno come girano le ruote a pale.

Per l'opera di rinnovo dell'imbarcazione lunga 68 metri sono al lavoro 200 persone con 61 mestieri diversi. Il battello a vapore da 850 passeggeri sarà anche più sicuro – ad esempio in caso di incendio – e consumerà meno, ha detto Gafner.

Il costo di tali lavori è di 15,8 milioni di franchi, finanziati principalmente dai cantoni di Vaud, Ginevra e Vallese. Più 1,7 milioni dell'Ufficio federale della cultura e 2,7 milioni dell'Association des amis des bateaux à vapeur du Léman (ABVL).

Tornare alla home page