Sono saliti a 210 i morti nelle alluvioni in India

ATS

13.8.2019 - 17:11

È salito a 210 il numero dei morti per le inondazioni in tutta l'India, di cui 88 nel solo Kerala. Funzionari di questo Stato prevedono che il bilancio sia destinato a salire perché almeno 45 altre persone risultano scomparse.

In tre distretti del Kerala, Ernakulam, Idduki e Alappuzha, resta la massima allerta per «piogge estremamente intense».

Quasi 400'000 persone sono rifugiate nei campi di soccorso allestiti nei giorni scorsi dalla Protezione Civile, in attesa di capire se e quando potranno rientrare nelle loro abitazioni.

Le piogge monsoniche si stanno abbattendo con la massima intensità in due Stati più a nord, il Karnataka e il Gujarat: in Karnataka, dove la Protezione Civile ha già messo in salvo sino ad oggi ventimila persone, il governo ha annunciato che le celebrazioni per il giorno dell'Indipendenza, il 15 agosto, saranno in tono minore.

Secondo il Servizio Meteorologico Nazionale, nei prossimi giorni la formazione di un'area di bassa pressione sul Golfo del Bengala metterà in difficoltà soprattutto lo Stato dell'Odisha, dove comunque piove dalla settimana scorsa, e dove ampie zone sono già semisommerse.

Tornare alla home page

ATS