Covid

L'Oms avverte: «Con Omicron una nuova tempesta è in arrivo»

SDA

22.12.2021 - 08:29

Hans Kluge, direttore dell'Oms per l'Europa
Hans Kluge, direttore dell'Oms per l'Europa
Keystone

Il direttore Hans Kluge, scostandosi dalla linea ufficiale dell'Organizzazione, esorta l'Europa a immunizzare con la terza dose di vaccino. 

SDA

22.12.2021 - 08:29

«Una nuova tempesta sta arrivando» in Europa con la variante Omicron del Covid che «entro poche settimane dominerà in più paesi della regione, spingendo i sistemi sanitari già sotto pressione sull'orlo del baratro».

Lo ha detto il direttore dell'Oms Europa Hans Kluge invitando tutti a fare la terza dose di vaccino. «Boost, boost, boost», ha esortato sottolineando che «il booster è la difesa più importante contro Omicron».

Da quando è emerso alla fine di novembre, Omicron è stato rilevato in almeno 38 dei 53 paesi della regione europea ed è già dominante in diversi di essi, tra cui Danimarca, Portogallo e Regno Unito, ha detto sempre il direttore dell'OMS in conferenza stampa a Vienna martedì.

Finora, l'89% dei primi casi di Omicron in Europa erano associati ai comuni sintomi di Covid-19 come tosse, mal di gola e febbre, ha detto Kluge.

La maggior parte dei casi è stata riportata tra adulti di 20 e 30 anni, diffondendosi inizialmente nelle città in occasione di incontri sociali e sul posto di lavoro, ha aggiunto.

L'invito si discosta dalla linea ufficiale dell'Oms i cui vertici più volte hanno ammonito i governi che la terza dose di vaccino è un lusso e sarebbe meglio cedere i vaccini in più ai Paesi in difficoltà.

SDA