La leggendaria Jaguar XJ13 festeggia la sua rinascita

tafi

14.8.2019

Ne fu costruito un solo esemplare: la leggendaria Jaguar XJ13 fa battere i cuori degli appassionati di auto sportive. Oggi, una riproduzione fedele dell'originale viene venduta all'asta: 380'000 franchi rappresentano un prezzo ragionevole per una copia?

Alla fine degli anni Sessanta, Jaguar volle celebrare il suo glorioso passato producendo la XJ13, in occasione della 24 Ore di Le Mans. Tuttavia, soltanto un prototipo della vettura sportiva fu costruito nel 1966. Poco tempo dopo, il progetto venne sospeso a causa della fusione tra il costruttore di auto da corsa e la British Motor Corporation. La XJ13 non ha mai preso parte ad una competizione. Come se non bastasse, nel corso di alcune riprese effettuate nel 1971, la vettura si è capovolta a causa del perforamento di uno pneumatico ed è andata totalmente distrutta.

Questa auto unica è stata laboriosamente restaurata e costituisce una delle attrazioni del museo dedicato alla Jaguar a Coventry. Ma gli appassionati di motori hanno ora a disposizione una nuova opportunità per regalarsi una XJ13: possono partecipare ad un'asta per aggiudicarsi una riproduzione fedele del modello originale. Il primo esemplare di un totale di sole sei repliche della leggendaria auto da corsa sarà venduto all'asta il 16 agosto da Sotheby's a Monterey, in California. Soltanto una cosa è certa: non sarà un regalo alla portata di tutti, perché la casa automobilistica chiede di sborsare 380'000 franchi.

Per tale prezzo, si può ottenere una riproduzione eccezionale e fuori dal comune. L'impresa neozelandese specializzata Tempero Coach and Motor Co. Ltd. ha fabbricato la supersportiva seguendo il progetto originale e utilizzando i materiali dell'epoca. Dotata di un motore V12 (5.300 cc, più di 500 CV) l'auto offre anche delle caratteristiche di guida identiche a quelle del modello degli anni Sessanta.

Per il banditore d'asta Paul Darvill il prezzo richiesto è del tutto giustificato: «Questa riproduzione in edizione limitata rappresenta un degno omaggio alla prima e unica auto del genere», ha dichiarato al giornale britannico «The Sun».

Bentley EXP 100GT: un futuro a 1360 cavalli?

Le auto da collezione diventano elettriche

Tornare alla home page