È successo vicino a Berlino Bimba gettata dal terzo piano in un trasportino per gatti, si sospetta della madre

dpa

11.6.2024 - 16:40

Secondo la polizia, la bambina che giaceva piagnucolando nella scatola ha 21 mesi.
Secondo la polizia, la bambina che giaceva piagnucolando nella scatola ha 21 mesi.
dpa

Un testimone ha sentito qualcuno piangere davanti a una casa alla periferia di Berlino e ha così trovato, in una scatola di plastica sul terreno di fronte all'edificio, una bimba di un anno, ferita.

11.6.2024 - 16:40

Hai fretta? blue News riassume per te

  • Una bambina è stata trovata gravemente ferita in una scatola per gatti fuori da un condominio nel quartiere Treptow-Köpenick di Berlino.
  • Si ritiene che la bimba di un anno sia stata gettata dal terzo piano dell'edificio.

Una bambina è stata trovata gravemente ferita in un trasportino per gatti davanti a un condominio nel quartiere berlinese di Treptow-Köpenick.

Si ritiene che la bimba di 21 mesi sia stata gettata dal terzo piano dell'edificio, ma miracolosamente non sarebbe in pericolo di vita.

La squadra omicidi sta indagando sul sospetto di tentato omicidio. Secondo i media, infatti, sarebbe stata la madre a spingere la figlia giù dal balcone, anche se un portavoce della polizia si è rifiutato finora di confermarlo. 

Cosa si sa finora

Il crimine è avvenuto nel quartiere di Altglienicke, nel sud-est della capitale tedesca, vicino all'aeroporto. Una foto scattata dal media «B.Z.» mostra una scatola di plastica blu, in cui di solito si trasportano i gatti, di fronte a una casa in Ortolfstrasse, in un'area delimitata dalla polizia.

Un testimone ha scoperto il trasportino lunedì pomeriggio, dopo aver sentito un pianto, e ha allertato i vigili del fuoco, che hanno portato la bambina gravemente ferita in ospedale.

Subito dopo la Polizia ha trovato una persona adulta in un appartamento al terzo piano dell'edificio e l'ha interrogata. Con lei c'era anche un altro bambino, sul quale il portavoce della polizia non ha fornito alcun dettaglio, che è poi stato affidato all'Ufficio di assistenza ai giovani.

dpa