OMS: «È pericoloso liquidare la variante Omicron come blanda»

SDA

14.12.2021 - 20:33

Il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus è preoccupato che "i Paesi e le popolazioni stiano liquidando la variante Omicron come blanda. In passato abbiamo imparato che sottovalutare questo virus è a nostro rischio e pericolo".
Keystone

La variante Omicron del SARS-CoV-2 si sta diffondendo ad una velocità mai vista prima e creando «uno tsunami» di contagi nel mondo. In Europa è destinata a diventare dominante nelle prossime settimane, con un trend di crescita analogo in tutti i Paesi.

SDA

14.12.2021 - 20:33

È ancora una volta l'Oms, nel consueto briefing da Ginevra sull'andamento della pandemia, a dare l'allarme sulla pericolosità di Omicron. «È ormai nella maggior parte dei Paesi e si sta diffondendo ad una velocità che non abbiamo mai visto prima», ha detto il direttore generale dell'Agenzia dell'Onu Tedros Adhanom Ghebreyesus mettendo ancora una volta i governi in guardia sul fatto che i vaccini da soli non basteranno a uscire dal tunnel.

«Non si tratta dei vaccini al posto delle mascherine, vaccini al posto del distanziamento, vaccini al posto della ventilazione e del lavaggio delle mani. Bisogna fare tutto insieme, bisogna farlo in modo sostanziale, bisogna farlo bene», ha ammonito, avvertendo sul rischio di sottovalutare questa nuova variante.

«Siamo preoccupati che i Paesi e le popolazioni stiano liquidando la variante Omicron come blanda. In passato abbiamo imparato che sottovalutare questo virus è a nostro rischio e pericolo», ha osservato, spiegando che se si ammalerà un gran numero di persone gli ospedali rischieranno di nuovo il collasso. Anche perché, ha fatto notare il capo delle emergenze dell'Oms Mike Ryan, i sistemi sanitari di tutto il mondo sono più deboli di un anno fa.

«Per frenare questo tsunami di casi bisogna agire con tempestività»

Quindi per frenare questo tsunami di casi provocati da Omicron, ma anche da Delta, non c'è altro da fare che agire con tempestività. «Prima di iniziare a vedere un aumento dei ricoveri, usate le mascherine, favorite il telelavoro, limitate i contatti con altre persone, evitate riunioni, investite nella ventilazione, aumentate la sorveglianza dei genomi dei virus e preparate i vostri ospedali», è l'appello della responsabile tecnica dell'Oms per la pandemia Maria van Kherkove.

In alcuni Paesi europei come la Danimarca e la Gran Bretagna – che ha registrato un numero record di contagi da gennaio (quasi 60.000) – Omicron rappresenta oltre il 40% dei casi. A Londra è già la variante dominante.

I casi da variante registrati nelle ultime 24 ore in Europa sono 441, per un totale di 2127 dalla comparsa delle mutazione, secondo i dati del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC).

E proprio in queste ore i Centers for Disease and Prevention degli Stati Uniti hanno inserito nella lista di Paesi sconsigliati per i viaggi Italia, Germania, Francia, Portogallo e Polonia.

E se gli Stati Uniti allungano lo loro black list anti-Covid, la Francia studia misure per rafforzare i controlli ai confini con la Gran Bretagna, la Norvegia e la Danimarca chiudono le scuole e promuovono lo smart-working, l'Austria consiglia la terza dose anche ai giovani dai 12 e i 18 anni e l'Olanda ha deciso di anticipare al 20 dicembre la chiusura delle scuole elementari per le vacanze di Natale e prolungare fino al 14 gennaio il lockdown notturno.

SDA