Rapporto OMS

In sovrappeso o obesi tre adulti su cinque e un bimbo su tre in Europa

SDA

3.5.2022 - 13:15

Per contrastare l'"epidemia di sovrappeso e obesità" l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) sollecita gli Stati membri ad adottare misure efficaci (foto d'archivio)
Keystone

C'è un'epidemia silenziosa che colpisce le persone in Europa: è il sovrappeso e l'obesità, che si stima abbiano un ruolo in più di 1,2 milioni decessi ogni anno, pari a oltre il 13% della mortalità totale nella regione.

SDA

3.5.2022 - 13:15

A lanciare l'allarme è l'ufficio europeo dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), che ha presentato oggi un nuovo Rapporto in cui si evidenzia come nessuno degli Stati membri sia attualmente sulla buona strada per fermare l'aumento di peso tra la popolazione.

Attualmente in Europa il 59% degli adulti e quasi 1 bambino su 3 è in sovrappeso od obeso. Il fenomeno non risparmia neanche i bambini più piccoli, tanto che si stima che il 7,9% nella fascia di età inferiore ai 5 anni soffra di un eccesso di peso.

La prevalenza aumenta nella fascia di età 5-9 anni, con un bambino su otto obeso (11,6%) e quasi uno su tre in sovrappeso (29,5%). Durante l'adolescenza si registra una diminuzione della prevalenza (il 7,1% nella fascia di età 10-19 anni è obeso e il 24,9% è in sovrappeso). I tassi di sovrappeso e obesità tornano tuttavia a salire in età adulta, fascia in cui si registra un tasso di obesità del 23%.

Obesità e sovrappeso associate a un alto numero di malattie

L'Oms ricorda come obesità e sovrappeso siano associate a un alto numero di malattie: sono per esempio coinvolte nell'insorgenza di 200'000 nuovi casi di cancro all'anno e si stima che causino il 7% degli anni totali vissuti con disabilità in Europa.

Cifre destinate a crescere nei prossimi decenni, se si considera che, secondo l'Oms, per alcuni paesi della regione l'obesità supererà il fumo come principale fattore di rischio per il cancro prevenibile.

Per contrastare l'«epidemia di sovrappeso e obesità» l'Oms sollecita gli Stati membri ad adottare misure efficaci (come tassare le bevande zuccherate o facilitare l'accesso ai servizi dedicati alla salute alimentare) e politiche in grado di migliorare le abitudini alimentari e di aumentare l'attività fisica nel corso della vita, a partire dalla più tenera età.

SDA