Evento musicale «One World Together», la maratona delle star per l'OMS

ATS

19.4.2020 - 16:36

I Rolling Stones – ognuno da casa propria – hanno suonato «You Can't Always Get What You Want».
I Rolling Stones – ognuno da casa propria – hanno suonato «You Can't Always Get What You Want».
Source: Keystone/EPA/MATT CAMPBELL

One World: Together at Home, l'evento musicale di otto ore organizzato da Lady Gaga per ringraziare e sostenere gli operatori sanitari in prima linea contro la pandemia di Covid-19, è stato uno spettacolo sobrio, ma che ha urlato forte per i suoi contenuti.

Costretti a casa per evitare i rischi di un contagio, circa 70 artisti da tutto il mondo hanno espresso la propria solidarietà all'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e a chiunque è costretto invece a «non stare a casa» rischiando la propria vita, da medici, infermieri, ricercatori, a volontari e a tutti gli operatori dei servizi ritenuti essenziali.

L'evento, che per portata è stato paragonato a un Live Aid del 21esimo secolo, è stato trasmesso a rete unificate su Cbs, Nbc e Abc e su numerose emittenti in tutto il mondo, oltre che su tutte le principali piattaforme di streaming.

Due ore in prima serata

Le due ore in prima serata – presentate da Stephen Colbert, Jimmy Kimmel e Jimmy Fallon, i re dei talk show notturni – sono state precedute da uno streaming di sei ore partito nel primo pomeriggio (ora della costa orientale degli Stati Uniti).

A dare il fischio d'inizio Lady Gaga, la quale ha invitato tutti a sorridere intonando al piano «Smile», brano reso famoso da Nat King Cole. Poi ha definito l'evento non un fundraising, ma una «lettera d'amore al mondo». E infatti durante le due ore di musica non sono state chieste donazioni, è stata invece un'assoluta manifestazione di umanità e riconoscenza.

E instancabilmente tutti gli artisti nel line up hanno manifestato la loro gratitudine, da Paul McCartney a Elton John, dai Rolling Stones a Lizzo, Jennifer Lopez, Billie Eilish, Stevie Wonder, Taylor Swift, Annie Lennox, Zucchero, Eddie Vedder, Keith Urban, Chris Martin, Alicia Keys e Beyoncé, con queste ultime due che si sono soffermate soprattutto sulle comunità di colore, tra quelle più colpite dal virus.

Un forte messaggio di unità

Un forte messaggio di unità è arrivato da parte delle ex First Lady Laura Bush e Michelle Obama, con una testimonianza fortemente simbolica nei giorni in cui il presidente americano Donald Trump ha sospeso i fondi all'Oms. E poi ancora Bill Gates e la moglie Melinda, Oprah Winfrey, Ellen DeGeneres, Sarah Jessica Parker, Matthew McConaughey, David e Victoria Beckham.

A chiudere il sipario su One World: Together at Home un poker di star mondiali formato da Andrea Bocelli, Céline Dion, Lady Gaga e John Legend che – accompagnati al piano da Lang Lang – hanno cantato sia in italiano che in inglese «The Prayer», il brano scritto per il film d'animazione «La spada magica – Alla ricerca di Camelot» (1998).

Il movimento Global Citizen – che ha l'obiettivo di sconfiggere la fame nel mondo entro il 2030 – ha annunciato su Twitter che l'evento ha raccolto circa 128 milioni di dollari: il ricavato andrà al Covid-19 Solidarity Response Fund dell'Oms.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page

ATS