Pedofilia: S. Sede rispetta condanna Pell

ATS

21.8.2019 - 10:09

Un'immagine mostra papa Francesco che stringe la mano a Matteo Bruni, direttore della Sala stampa della Santa Sede.
Source: KEYSTONE/EPA VATICAN MEDIA/VATICAN MEDIA HANDOUT

Ribadendo il proprio rispetto per le autorità giudiziarie australiane, come dichiarato il 26 febbraio in occasione del giudizio in primo grado, la Santa Sede prende atto della decisione di respingere l'appello del Cardinale George Pell.

È quanto ha dichiarato stamane il direttore della Sala stampa della Santa Sede, Matteo Bruni. «In attesa di conoscere gli eventuali ulteriori sviluppi del procedimento giudiziario, ricorda che il Cardinale ha sempre ribadito la sua innocenza e che è suo diritto ricorrere all'Alta Corte», ha proseguito il portavoce vaticano.

Nell'occasione, ha aggiunto Bruni, «insieme alla Chiesa di Australia, la Santa Sede conferma la vicinanza alle vittime di abusi sessuali e l'impegno, attraverso le competenti autorità ecclesiastiche, a perseguire i membri del clero che ne siano responsabili».

Tornare alla home page

ATS