Sos coralli Australia

ATS

30.8.2019 - 14:29

Un incredibile ecosistema.
Source: KEYSTONE/EPA/AIMS

È rapidamente peggiorato in cinque anni lo stato di salute della Grande Barriera Corallina che si estende per 2300 km al largo della costa nordest dell'Australia, la più grande struttura vivente al mondo e patrimonio mondiale Unesco.

Gli esperti dell'Authority del Parco Marino della Grande Barriera Corallina hanno declassato da 'poor' a 'very poor' (da cattive a pessime) le sue prospettive, nella valutazione che conducono ogni cinque anni. E il cambiamento climatico è ritenuto la minaccia principale. Il rapporto conclude che i banchi corallini hanno subito un declino in seguito a due ondate successive di calore e di conseguente sbiancamento nel 2016 e 2017, che hanno causato perdita estesa di habitat e degrado, con impatto su pesci tartarughe e uccelli marini. Gli autori avvertono che le difficoltà della barriera non si attenueranno se non vi sarà un'azione urgente, nazionale e globale, per affrontare la crisi climatica.

Altre maggiori minacce alla Grande Barriera corallina australiana sono l'inquinamento da scarichi agricoli, lo sviluppo urbano costiero e l'utilizzo umano, come la pesca illegale. «La finestra di opportunità per migliorare il futuro di lungo termine della barriera è adesso», conclude il rapporto.

Tornare alla home page

ATS