Vaud, assalto con Kalashnikov a due furgoni portavalori

ATS

23.8.2019 - 11:39

Nuovo attacco, la scorsa notte, a dei furgoni portavalori nel canton Vaud: due veicoli sono stati fermati da malviventi verso le 3.10 a la Sarraz, nelle regioni settentrionali del cantone. I ladri sono in fuga.

La polizia cantonale precisa in una nota che l'autista di uno dei due mezzi è riuscito a liberare il suo furgone e a guidarlo lontano dal posto dell'imboscata.

Le persone a bordo dell'altro veicolo sono invece state costrette ad uscire dal mezzo con la forza e sono state malmenate. I ladri, armati di fucili tipo Kalashnikov, hanno forzato il furgone ed hanno fatto man bassa del bottino.

Hanno poi dato fuoco ai veicoli utilizzati nell'agguato, due vetture Audi, e sono fuggiti a bordo di due automobili di marca Renault e Peugeot. Queste ultime sono state ritrovate bruciate tra Daillens e Penthaz, sempre nel canton Vaud. È stato lanciato un appello a testimoni.

Stando a un fotografo di Keystone-ATS recatosi nella zona, verso le 9 di stamane l'uscita autostradale era ancora chiusa per i veicoli provenienti da nord (Yverdon-les-Bains) per consentire agli inquirenti di raccogliere prove e indizi.

Il personale di sicurezza a bordo del furgone sfuggito all'agguato ha ricevuto sostegno psicologico, mentre le persone del primo furgone, che sono state picchiate dai rapinatori, hanno ricevuto cure mediche.

Non la prima volta

Sembrerebbe quindi un episodio analogo a quello verificatosi alla fine di giugno sempre nel canton Vaud, a Mont-sur-Lausanne. In quell'occasione un numero imprecisato di rapinatori aveva attaccato un furgone appartenente a una società privata specializzata nel trasporto di denaro. I due uomini a bordo erano stati fatti scendere sotto la minaccia delle armi, uno dei due aveva riportato leggere ferite alla testa.

Gli assalitori erano riusciti a forzare il portellone posteriore e a impadronirsi di una quantità imprecisata di denaro. Avevano poi incendiato il mezzo, e anche i veicoli utilizzati nell'attacco, ed erano fuggiti facendo perdere le tracce.

Mozione Feller a livello federale

Le vicende hanno risvolti anche a livello di politica federale. I corrieri portavalori chiedono da tempo di poter utilizzare di notte furgoni più pesanti e meglio protetti. La settimana scorsa il Consiglio federale ha consigliato di respingere una mozione in questo senso presentata dal consigliere nazionale vodese Olivier Feller (PLR).

Quest'ultimo invitava il governo a modificare l'ordinanza sulle norme della circolazione stradale (ONC) per autorizzare gli autoveicoli di peso superiore a 3,5 tonnellate adibiti al trasporto di denaro a circolare di notte. Secondo l'esecutivo, veicoli più robusti farebbero troppo rumore. Il Nazionale non ha ancora trattato il dossier.

La Svizzera in immagini

Tornare alla home page