Attentato a Bolsonaro, chiesta l'archiviazione

ATS

4.6.2020 - 22:13

I fatti risalgono al settembre 2018.
Source: KEYSTONE/EPA EFE/RAYSA LEITE

Il pubblico ministero federale brasiliano ha ritenuto che l'attentatore di Jair Bolsonaro, Adelio Bispo de Oliveira, agì da solo nell'attentato contro l'allora candidato alla presidenza della Repubblica: lo rendono noto i media locali.

In virtù delle conclusioni, il pm ha chiesto l'archiviazione provvisoria del caso, il secondo aperto per indagare sull'accoltellamento subito dal capo dello Stato il 6 settembre 2018 a Juiz de Fora, durante la sua campagna elettorale.

Bolsonaro convinto che ci fossero dei mandanti

Secondo gli inquirenti, dunque, l'uomo «ha agito da solo, di sua iniziativa e senza l'aiuto di terzi, essendo stato responsabile sia della pianificazione dell'azione criminale che della sua esecuzione».

Bolsonaro si è invece detto più volte convinto che ci fossero dei mandanti dietro al tentativo di ucciderlo.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page

ATS