Il Consiglio di Sicurezza dell'ONU condanna le violenze

SDA

11.3.2021 - 08:58

L'ONU "condanna la violenza con i manifestanti pacifici" in Birmania e chiede ai militari di "esercitare la massima moderazione". "Il consiglio di Sicurezza esprime il proprio sostegno per una transizione democratica in Birmania",
Keystone

L'ONU «condanna la violenza con i manifestanti pacifici, incluse le donne, i giovani e i bambini» in Birmania e chiede ai militari di «esercitare la massima moderazione», si legge in una nota emessa ieri sera dagli USA quale presidente del Consiglio di Sicurezza.

SDA

11.3.2021 - 08:58

«Il consiglio di Sicurezza esprime il proprio sostegno per una transizione democratica in Birmania», prosegue la nota, nella quale si mette l'accento sull'importanza di «rispettare pienamente i diritti umani e le libertà fondamentali».

«È assolutamente essenziale rispettare i risultati delle elezioni» e consentire una «transizione democratica», ha detto dal canto suo il segretario generale dell'ONU, Antonio Guterres, augurandosi che i militari birmani «prendano coscienza del fatto che è assolutamente essenziale liberare tutti i prigionieri».

L'ambasciatore cinese all'ONU ha invece chiesto una «de-escalation» delle tensioni in Birmania, dove dovrebbe essere favorito il «dialogo».

Gli Stati Uniti intanto impongono nuove sanzioni nei confronti della Birmania, colpendo i famigliari del capo della giunta militare. Le sanzioni rientrano nella strategia dell'amministrazione di Joe Biden per aumentare la pressione sulla giunta.

SDA