Colpo di Stato

Onu: «Si fermi il flusso di armi verso la Birmania»

SDA

19.6.2021 - 08:04

L'aula dove si riunisce l'organo delle Nazioni Unite.
Keystone

L'Assemblea Generale dell'Onu ha adottato una risoluzione, non vincolante, che condanna il colpo di Stato in Birmania e il cui testo contiene un appello con pochi precedenti, a tutti gli Stati membri, affinché si fermi il «flusso di armi» verso il Paese asiatico.

SDA

19.6.2021 - 08:04

La risoluzione è stata approvata da 119 Paesi, 36 si sono astenuti fra cui la Cina, il principale alleato della Birmania.

A seguito dell'adozione della risoluzione, anche Amnesty International ha chiesto a tutti i Paesi di fermare la vendita di armi. «L'Assemblea Generale, in quanto voce dell'intera comunità internazionale, si unisce al Consiglio per i Diritti Umani e al Consiglio di Sicurezza dell'Onu nel condannare la furia omicida dei militari birmani contro il loro stesso popolo», ha sottolineato a nome dell'organizzazione Lawrence Moss.

«L'esercito birmano deve immediatamente dare seguito a tali appelli e il Consiglio di Sicurezza dell'Onu deve fare in modo che vengano applicati», ha aggiunto, sottolineando che «tutti i Paesi devono ascoltare l'appello lanciato dalla risoluzione» e il «Consiglio di Sicurezza deve immediatamente renderlo efficace imponendo un embargo globale sulle armi verso la Birmania».

SDA