Svezia, l'epidemiologo Anders Tegnell ammette: «Troppi morti»

ATS

3.6.2020 - 15:15

L'epidemiologo Anders Tegnell
Source: KEYSTONE/EPA/HENRIK MONTGOMERY

Troppe persone sono morte a causa del coronavirus in Svezia. Lo ha ammesso in un'intervista alla radio pubblica svedese Anders Tegnell, l'epidemiologo dietro la strategia 'soft' adottata dal governo di Stoccolma contro il coronavirus.

«Penso che avremmo potuto fare meglio». È l'ammissione di Anders Tegnell, principale epidemiologo dell'agenzia statale svedese.

«Se dovessimo imbatterci nella stessa malattia, sapendo esattamente quello che sappiamo oggi, penso che finiremmo per fare qualcosa a metà strada tra ciò che la Svezia ha fatto e ciò che ha fatto il resto del mondo», ha detto Tegnell alla radio svedese, citato dal Guardian.

Nel Paese scandinavo, che ha una popolazione di 10 milioni di abitanti, il virus ha ucciso 4'468 persone, con un tasso di mortalità più elevato rispetto a Danimarca, Norvegia e Finlandia.

Il dato ha moltiplicato le critiche sulla decisione del governo di non imporre misure di blocco rigorose come altrove in Europa.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page