Finisce al museo la recinzione eretta al confine tra Costanza e Kreuzlingen

ATS

16.6.2020 - 17:26

La recinzione provvisoria di confine eretta in seguito alla pandemia di coronavirus tra la città tedesca di Costanza e quella svizzera di Kreuzlingen (TG) è stata trasferita nella collezione del museo storico (Haus der Geschichte) del Baden-Württemberg.
Source: KEYSTONE/dpa/Philipp von Ditfurth

La recinzione provvisoria di confine eretta in seguito alla pandemia di coronavirus tra la città tedesca di Costanza e quella svizzera di Kreuzlingen (TG) è stata trasferita nella collezione del museo storico (Haus der Geschichte) del Baden-Württemberg.

La direttrice Paula Lutum-Lenger l'ha ricevuta oggi dal municipale di Costanza Zeno Danner. Alla consegna è stato sottolineato che, nonostante la sua funzione di separazione, la recinzione, smontata il 15 maggio, simboleggia il legame tra svizzeri e tedeschi.

Un cuore e la parola «Kreuztanz» intrecciati

Con del nastro di recinzione, i residenti del luogo hanno intrecciato nei montanti della barriera un cuore e la parola «Kreuztanz» (da «Kreuzlingen» e «Konstanz»). Su un altro pezzo di recinzione hanno montato l'immagine di una porta aperta.

La polizia federale tedesca aveva fatto erigere la recinzione in marzo per evitare passaggi, in modo da contenere la pandemia di Covid-19 tra le due città del Lago di Costanza.

Tornare alla home page

ATS