Sondaggio

Paura dei contagi, il 60% della popolazione non vuole le Olimpiadi di Tokyo

SDA

17.5.2021 - 14:06

People wearing protective masks to help curb the spread of the coronavirus walk near an advertisement of the Tokyo 2020 Paralympic Games Friday, May 14, 2021, in Tokyo. The Japanese capital confirmed more than 850 new coronavirus cases on Friday. (AP Photo/Eugene Hoshiko)
Immagine d'illustrazione
KEYSTONE / AP Photo/Eugene Hoshiko

Quando mancano meno di 10 settimane alle Olimpiadi di Tokyo, circa il 60% dei residenti si dice contrario all'organizzazione dei Giochi, mentre continua l'ascesa dei contagi da Covid nel Paese, e il piano vaccinale prosegue a estremo rilento.

SDA

17.5.2021 - 14:06

È quanto evidenzia un sondaggio della Kyodo, secondo il quale il 59,7% degli intervistati ritiene che la manifestazione debba essere cancellata definitivamente, e il 25% invece è contrario a qualsiasi presenza degli spettatori.

L'esito riflette l'elevato scetticismo della popolazione locale, dopo il rinvio di un anno deciso nel marzo del 2020, proprio quando il Paese si trova nel mezzo della quarta ondata, con il proliferare di numerose varianti del virus.

Sebbene gli organizzatori abbiano già deciso il divieto di ingresso agli spettatori dall'estero, l'indagine mostra come l'88% dei residenti locali siano preoccupati principalmente per l'afflusso degli atleti e del personale sportivo a seguito nella capitale, e per i potenziali rischi della diffusione del virus.

Cerimonia di apertura prevista per il 23 luglio

La cerimonia di apertura delle Olimpiadi è prevista per il 23 luglio, mentre la data di inizio delle Paralimpiadi è in programma per il 24 agosto. Attualmente a Tokyo, assieme ad altre 9 prefetture dell'arcipelago, è in vigore uno stato di emergenza che durerà fino al 31 maggio.

Nello stesso sondaggio della Kyodo, l'85% degli intervistati giudica troppo lenta la campagna di immunizzazione del governo, e il 71,5% si dice critico sulla gestione dell'emergenza sanitaria in generale.

Ad oggi la campagna vaccinale ha riguardato appena il 3% della popolazione di 126 milioni di abitanti, ben al di sotto della media del 9% a livello mondiale, secondo una ricerca dell'Università di Oxford. Dall'inizio della pandemia il Giappone ha segnalato 684.790 casi di coronavirus, con 11.524 morti accertate.

SDA