In Europa oltre 100'000 casi in 24 ore

ATS

10.10.2020 - 12:07

L'Europa ha registrato ieri oltre 100'000 casi di coronavirus per la prima volta dall'inizio della pandema
Source: KEYSTONE/EPA/MARTIN DIVISEK

L'Europa ha registrato ieri oltre 100'000 casi di coronavirus per la prima volta dall'inizio della pandemia: lo riporta l'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) sul proprio sito.

Secondo l'Oms nella giornata di venerdì i casi sono stati 109.749, circa l'11% in più rispetto ai 98.904 segnati il giorno precedente. Nel complesso, secondo l'Oms il bilancio complessivo dei contagi in Europa è a quota 6.676.012.

Germania

La Germania ha registrato 4.721 casi di coronavirus e 15 ulteriori decessi provocati dal morbo nelle ultime 24 ore: lo ha reso noto l'Istituto Robert Koch, secondo quanto riporta il Guardian.

I nuovi dati portano il bilancio complessivo dei contagi a quota 319.381 e quello dei morti a quota 9.604.

Russia

Continuano ad aumentare i casi di Covid-19 in Russia, dove nelle ultime 24 ore sono stati registrati 12.846 nuovi contagi: il numero più alto in un solo giorno dall'inizio dell'epidemia.

Sono 1.285.084 i contagi registrati in totale in Russia, mentre, secondo i dati ufficiali, 22.454 persone sono morte a causa del morbo, di cui 197 nelle ultime 24 ore.

Stati Uniti

Gli Stati Uniti hanno registrato oltre 57mila casi di coronavirus nelle ultime 24 ore: è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University. Secondo l'università americana ieri i nuovi contagi nel Paese sono stati 57.420. Allo stesso tempo, sono stati segnalati 990 ulteriori decessi.

Attualmente, secondo la Johns Hopkins, gli Usa registrano 7.664.676 casi, inclusi 213.787 morti.

America latina

I casi di coronavirus in America Latina e Caraibi hanno superato la soglia dei 10 milioni: è quanto emerge da un conteggio dell'agenzia di stampa Afp.

Secondo l'agenzia il totale dei contagi in questa regione è ad oggi di 10.001.833, inclusi 366.637 decessi. Oltre la metà delle infezioni si registra in Brasile (5.055.888), che conta 149.639 morti.

Argentina

Il governo argentino ha annunciato restrizioni nella circolazione in 18 province del Paese per cercare di frenare lo sviluppo della pandemia da coronavirus che da marzo ha un bilancio di 871.468 contagiati, con 23.225 morti. Lo riferisce l'agenzia di stampa Telam.

In un discorso la notte scorsa dalla Casa Rosada, il presidente Alberto Fernández ha indicato che le restrizioni, che dureranno per due settimane fino al 25 ottobre, verranno definite nelle prossime ore. Da esse, ha precisato, saranno interessate tutte le province argentine meno Corrientes, Misiones, La Pampa, Entre Ríos, Formosa e Catamarca, dove la circolazione del virus è bassa o assente.

Accompagnato dai governatori di Jujuy, Neuquén e Santa Fe, il capo dello Stato ha spiegato che a differenza di quanto è accaduto nella prima fase della pandemia, ora il 65% dei casi positivi si concentra nelle province, mentre Buenos Aires e la sua provincia hanno ridotto gli effetti del Covid-19.

Dopo aver superato Spagna e Perù, l'Argentina è salita al sesto posto al mondo per numero di contagi, dopo Stati Uniti, India, Brasile, Russia e Colombia.

India

L'India ha registrato oltre 73mila casi di coronavirus e quasi 1.000 decessi provocati dal morbo nelle ultime 24 ore: lo ha reso sono il ministero della Sanità del Paese, secondo quanto riporta il Guardian.

Ieri i nuovi contagi sono stati 73.272, che hanno portato il bilancio complessivo delle infezioni dall'inizio della pandemia a quota 97.894. Allo stesso tempo, vi sono stati 926 decessi, per un totale di 107.416 vittime. Il bilancio giornaliero dei morti si mantiene così sotto quota 1.000 per il settimo giorno consecutivo.

Per quanto riguarda i casi, l'India registra attualmente una media di 70.000 contagi al giorno rispetto al picco di 97.894 infezioni segnato a metà settembre.

Tornare alla home page

ATS