Dopo l'irruzione al Bundestag, si dibatte sul bando al partito di ultradestra Afd

SDA

23.11.2020 - 19:21

Il partito di estrema destra è nel mirino delle critiche.
SDA

L'irruzione dei disturbatori nel Bundestag la settimana scorsa ha rilanciato in Germania un dibattito sull'opportunità di mettere al bando il partito di ultradestra Afd, responsabile dei disordini nel parlamento durante la manifestazione di no mask di Berlino.

A riportare quella che sarebbe la soluzione più radicale al centro del dibattito è stato il ministro dell'Interno della Turingia Georg Maier, dell'Spd, dopo la conferma ottenuta dal controverso Bjorn Hoecke, fra le anime più estremiste del partito, alla leadership del gruppo regionale nel Land dell'est, nel week-end.

Gruppo che fra l'altro è già stato segnalato come «caso sospetto» dai Servizi. «Il tentativo da parte dei partiti di governo, Cdu e Spd, di sollevare la questione del bando al maggiore partito di opposizione mostra solo il nervosismo di questi partiti di fronte alla prospettiva del grande anno elettorale che abbiamo davanti», ha affermato oggi Alexander Gauland commentando la questione, finita fra l'altro sulla prima pagina della Welt.

Secondo Gauland, uno dei fondatori e già leader del partito, davanti al giudizio della Corte federale la richiesta del divieto potrebbe soltanto fallire.

Tornare alla home page

SDA