Giappone: Kishida nominato premier, attesa per la lista ministri

SDA

4.10.2021 - 08:56

Fumio Kishida, 64 anni, è stato nominato ufficialmente premier dalla Camera bassa del Parlamento giapponese. Nelle prossime ore il capo del governo dovrebbe annunciare la sua lista di ministri.
Keystone

Fumio Kishida, 64 anni, è stato nominato ufficialmente premier dalla Camera bassa del Parlamento giapponese. Nelle prossime ore il capo del governo dovrebbe annunciare la sua lista di ministri.

SDA

4.10.2021 - 08:56

Kishida ha ottenuto 311 voti, contro i 124 voti del principale leader dell'opposizione, Yukio Edano. Ampio margine anche alla camera con 141 voti contro i 65 di Edano.

Il governo uscente guidato da Yoshihide Suga, 72 anni, si era dimesso in mattinata dopo solo un anno in carica, sopraffatto dalla grande impopolarità del premier per la cattiva gestione della crisi sanitaria dovuta al Covid e per aver voluto tenere a tutto i costi Olimpiadi e Paralimpiadi quest'estate.

Kishida avrà molto da fare per accelerare la ripresa economica del Giappone e contenere la pandemia in un contesto geopolitico regionale teso, con la minaccia nordcoreana e le ambizioni della Cina.

L'attuale legislatura in Giappone scade il 21 ottobre e secondo i media nipponici Kishida potrebbe optare per la data delle elezioni il 31 ottobre, anticipando di una settimana la data previste fino a ieri. In questo modo la Camera bassa verrebbe sciolta il 14 ottobre e le campagna elettorale partirà il 19 ottobre.

Con circa il 60% della popolazione del Sol Levante vaccinata e la curva dei contagi da Covid in diminuzione Kishida dovrà cercare di evitare un'ulteriore ascesa delle infezioni in linea con l'allentamento delle restrizioni per le attività commerciali, a l'imminente apertura delle frontiere.

Durante la campagna elettorale per le primarie del partito, Kishida ha promesso un piano di stimolo dell'economia del valore di «centinaia di miliardi di yen» (decine di miliardi di franchi) da qui a fine anno, per far fronte alla problematiche della pandemia, con un approccio che dovrà tenere conto delle disparità emergenti, distanziandosi dalla teoria economica coniata «Abenomics» dalle precedenti amministrazioni. Una congiuntura che secondo il nuovo premier ha contribuito al consolidamento degli utili societari e l'aumento delle valutazioni del mercato azionario, ma poco ha fatto a migliorare i redditi dei lavoratori.

Proveniente da una dinastia di politici di Hiroshima di terza generazione, considerato distante dai problemi reali del Paese e privo di un forte carisma personale, il nuovo premier dovrà evitare il fato del suo predecessore Suga, dimissionario a meno di un anno alla guida dell'esecutivo. Se la data delle elezioni dovesse essere confermata, Kishida non potrà recarsi al G20 in programma a Roma a fine mese, ma potrebbe partecipare alla Conferenza mondiale sul clima delle Nazioni Unite a Glasgow, nella prima metà di novembre.

SDA