Inquinamento

India: emergenza inquinamento a Delhi

ATS

1.11.2019 - 11:45

New Delhi è ricoperta dallo smog
Source: KEYSTONE/EPA/RAJAT GUPTA

Un'emergenza per la salute pubblica è stata dichiarata questa mattina a Delhi dal Comitato di esperti nominati dalla Corte Suprema indiana, dopo che l'inquinamento ha raggiunto un livello «molto preoccupante».

Alle 13 – ora locale – l'AQI, l'indice medio di qualità dell'aria, che misura i veleni, era pari a 480. Da quota 200 in su, l'aria è giudicata «cattiva» e pericolosa per chi la respira. L'Epca, l'organismo per la prevenzione e il controllo dell'inquinamento ha fermato tutti i lavori di costruzione e i cantieri nella capitale fino al 5 di novembre.

Blocco anche per le attività svolte nella cintura industriale di Delhi che utilizzano petrolio o carbone e non si sono convertite al gas naturale o ai biocarburanti, imposti da recenti provvedimenti a tutte le nuove attività.

Questa mattina Delhi si è svegliata ricoperta, per il secondo giorno consecutivo, da un manto di smog che limita la visibilità e che, secondo le previsioni, non si allontanerà per le prossime 48 ore.

L'amministrazione ha avviato la distribuzione porta a porta di cinque milioni di maschere antismog per tutte le famiglie in cui ci siano bambini e anziani. Le scuole sono state invitate a non prevedere attività all'aperto per i bambini.

Sul fronte del traffico, da domani scatterà il provvedimento, già annunciato da tempo, delle targhe alterne, che resterà attivo fino al 12: le sole eccezioni riguarderanno le moto, e le auto guidate da donne che accompagnino a scuola i figli, purché i bambini indossino le divise delle scuole.

Bhure Lal, presidente dell'Epca, l'Organismo per la prevenzione e il controllo dell'inquinamento ha dichiarato che migliaia di poliziotti e agenti sono in strada con l'incarico di sorvegliare che i provvedimenti vengano rispettati: «sanzioni molto pesanti colpiranno gli inquinatori» ha detto.

Il governatore di New Delhi, Arvind Kejriwal, ha deciso di tenere chiuse tutte le scuole della città fino al 5 di novembre, a seguito della situazione di emergenza per la salute pubblica, dichiarata questa mattina dall'Epca, l'organismo per la prevenzione e il controllo dell'inquinamento. L'Aqi, l'indice di qualità dell'aria, ha registrato una media di 480, ma in alcune aree della capitale si è superato il livello di 500. Secondo l'agenzia di stampa Ians, il governatore ha detto: «Delhi è diventata una camera a gas».

Tornare alla home page

ATS